In questa lezione: Suoni e segni dell'italiano.

Le lettere dell'alfabeto sono ventuno, delle quali cinque vocali e sedici consonanti. Otre a queste ci sono altre cinque lettere che servono per  formare le parole straniere.

L'alfabeto

In italiano vi sono varie differenze tra il modo in cui le lettere si scrivono e il modo in cui si pronunciano. La differenza dipende dal modo in cui una lettera viene pronunciata nelle varie regioni d'Italia, a seconda delle diverse abitudini linguistiche. Le parole sono formate da fonemi, cioè elementi che:

  • nella pronuncia sono rappresentati dai suoni;
  • nella scrittura vengono rappresentati mediante le lettere dell'alfabeto.

I suoni di una lingua vengono rappresentati nella scrittura da segni grafici, questi segni sono le lettere o grafemi; la serie ordinata delle lettere si chiama alfabeto. La lingua italiana dispone di ventun lettere: ognuna di esse ha doppia forma di scrittura: la maiuscola di proporzioni più grandi, e la minuscola di carattere più piccolo.

Maiuscole: A, B, C, D, E, F, G, H, I, J, K, L, M, N, O, P, Q, R, S, T, U, V, W, X, Y, Z.

Minuscole: a, b, c, d, e, f, g, h, i, j, k, l, m, n, o, p, q, r, s, t, u, v, w, x, y, z.

Per indicare le lettere dell'alfabeto si dice: la lettera a, oppure la a.

Anche se non appartengono all'alfabeto italiano, vengono usate per trascrivere parole di origine classica o straniera, altre cinque lettere:

J, j (i lunga)

K, k (cappa)

W, w (doppia vu)

X, x (icis)

Y, y (ipsilon)

A seguire le lettere dell'alfabeto della lingua italiana, insieme ai loro nomi. Per indicare la pronuncia e la corretta realizzazione dei singoli suoni o delle parole utilizziamo i segni dell' Alfabeto Fonetico Internazionale (AFI - IPA).

MAIUSCOLA minuscola NOME PRONUNCIA IPA
A a a /a/
B b bi /b/
C c ci /c/ k/
D d di /d/
E e e /e/ /
F f effe /f/
G g g /j/ g/
H h acca  
I i i /i/j/
J j i lunga  
K k cappa  
L l elle /l/
M m emme /m/
N n enne /n/
O o o /o/+/
P p pi /p/
Q q qu /kw/
R r erre /r/
S s esse /s/z/
T t ti /t/
U u u /u/w/
V v vi (vu) /v/
W w vu doppia /v/
X x ics /ks/
Y y ipsilon (i greca) /i/j/
Z z zeta /dz/ts/
  • Uso della maiuscola.

Si usa nei seguenti casi:

  •  all'inizio del discorso, del periodo: C'era una volta...
  •  con i nomi propri di persona, con i cognomi, soprannomi, con i nomi comuni usati come nomi propri: Maria, Il Manzoni, Scipione l' Africano.
  • con i nomi di popoli, di nazioni, di mari, di fiumi, di laghi, monti, città, piazze: L'Italia è una penisola; il mar  Mediterraneo, il fiume Po, Il lago di Garda, la città di Roma, Via della Libertà, Piazza Dante
  •  con i nomi di feste solenni: Natale, la Pasqua, il Capodanno,
  • nei titoli delle opere d'arte, nei titoli di giornali: La Divina Commedia, la Pietà di Michelangelo, la Gazzetta delle Sport.
  •  dopo i punti interrogativi ed esclamativi, se si continua lo stesso pensiero, si usa la minuscola, altrimenti la maiuscola: Sei stata a scuola? hai studiato?

Prossima lezione

Esercizi su 'L'alfabeto italiano '



Tutte le lezioni

Lezioni online

Hai un compito e vuoi una mano nel prepararti al meglio? Scopri come ripassare con i nostri insegnanti

Lezioni su Skype  

Statistiche
imagealt

Nel pannello ogni utente può con facilità controllare tutti i punti che hai ottienuto negli gli esercizi.

Ogni grafico riesce a mostrarti cosa ancora devi fare ma anche quanto già hai fatto!

Vai alla mia dashboard  

Forum
Altre materie