0 Points 


 0 Points     Registrati       Login

proposizioni coordinate e subordinate

Così come la proposizione principale è l'amplificazione del predicato, così la proposizione



La coordinazione e la subordinazione

 

Oggi sono andata a Milano e ho incontrato i miei parenti.

La coordinazione è il modo in cui si collegano due proposizioni che non dipendono l'una dall'altra, ma sono poste sullo stesso piano. Nella coordinazione le proposizioni si collegano tra loro mediante una congiunzione coordinativa e si chiamano proposizioni coordinate.

Una proposizione coordinata può essere:

coordinata alla principale, quando è collegata alla proposizione principale:

Oggi sono stanca e non mi sento bene.

Oggi sono stanca (proposizione principale) e non mi sento bene (proposizione coordinata alla principale)

coordinata alla  subordinata, quando è collegata a una proposizione dello stesso grado e dello stesso tipo:

La sera vado a letto tardi, perché non ho sonno e perché mi piace guardare la luna.

In base alle congiunzioni coordinative che le introducono le preposizioni coordinative possono essere:

 

a) proposizione coordinate copulative, quanto espresso in una frase si aggiunge semplicemente a quanto espresso nelle altre tramite l'uso di congiunzioni quali:e, anche, pure, inoltre, neanche, neppure, nemmeno, .

Partirò nel pomeriggio e tornerò domani sera.

]Non mi piace la pizza la focaccia.

Ho bevuto un caffè e sono uscito.

Non capisco cosa dici che cosa vuoi.

Passavo l'aspirapolvere e non potevo sentire il campanello.

Mi si è bucata una gomma, ho rotto il piede, inoltre ho dimenticato il cellulare.

 

b) proposizioni coordinate disgiuntive, quando esprimono un'alternativa alla frase principale e sono introdotte da una congiunzione disgiuntiva o, oppure, ovvero:

Vuoi un succo di frutta o preferisci un caffè?

Oggi leggerò un libro oppure guarderò una partita di calcio in tv.

Guarderemo un film o giocheremo a carte.

Laura andrà al supermercato o passerà dal bar oppure andrà a cena dalla madre.

 

c) proposizioni coordinate avversative, quando esprimono fatti o concetti che stanno in un rapporto di opposizione. Le frasi dove esiste questo rapporto sono collegate dalle seguenti congiunzioni: quali, ma, però, tuttavia, eppure, anzi, invece, piuttosto.

Fate pure quello che vi pare, ma almeno non sporcate il parco.

Il bel tempo è tornato, però il clima è rimasto freddo e umido.

Mio zio mi ha regalato dei diamanti, tuttavia potrò usarli solo quando avrò diciotto anni.

Avevo appena finito di mangiare un gelato, eppure non ho resistito alla torta.

Non studiare sabato e domenica, piuttosto vieni a vendemmiare con me!

Giulia mangerebbe uno sformato di verdura, invece qui fanno solo carne.

 

d) proposizioni coordinate correlative, sono legate l'una all'altra da congiunzioni correlative come:

e...e, o...o, sia...sia, sia che... sia che, né...né, non solo ...ma anche; vanno sempre usate in coppia perché il significato di una frase correlativa è strettamente connesso a quella dell'altra coordinata correlativa:

Non solo mi hai raccontato una bugia, ma hai anche rotto tutti i piatti.

O smetterà di piovere o il fiume salirà oltre l'argine.

Verrò alla festa sia che mi senta in forma, sia che abbia ancora mal di denti.

 

e) proposizioni coordinate esplicative, quando spiegano quanto detto nella principale e sono introdotte da una congiunzione esplicativa come cioè, infatti, ossia, o dalle locuzioni vale a dire, in effetti, voglio dire, spiegano meglio quanto è espresso nella frase coordinata che precede:

Questo film è soporifero, cioè fa dormire.

Conosco bene l'italiano, infatti l'ho studiato per molti anni.

Giovanni è un cinofilo, ovvero ama i cani.

 

f) roposizioni coordinate conclusive, esprimono fatti, situazioni, pensieri legati ad una relazione di questo tipo: quelli espressi in una coordinata sono conseguenza di quelli espressi nell'altra, sono introdotte dalle coniugazione dunque, perciò,pertanto, quindi:

Ho finito il mio lavoro, quindi me ne vado.

Ero malata, perciò non sono venuta alla riunione.

Non sono interessato al vostro prodotto, pertanto rinuncio al prodotto.

 

LA SUBORDINAZIONE

A differenza della coordinazione, la subordinazione può produrre periodi molto complessi perché pone le proposizioni su piani diversi, in relazione gerarchica, per questo motivo si usa soprattutto nella lingua scritta, nelle comunicazioni formali o dove serve essere più precisi e dove tutto deve essere espresso in modo esauriente. Anche le subordinate si possono classificare usando come criterio quello della congiunzione che le introduce, si distinguono quindi:

PROPOSIZIONI CAUSALI

PROPOSIZIOI FINALI

PROPOSIZIONI CONSECUTIVE

PROPOSIZIONI COMPARATIVE

TEMPORALI

CONDIZIONALI

CONCESSIVE

RELATIVE

INTERROGATIVE INDIRETTE

SOGGETTIVE

OGGETTIVE

COMPLEMENTARI

Ogni tipo di subordinata verrà esaminato nelle prossime lezioni. Qui è importante osservare che la subordinazione è un'operazione abbastanza complessa, perché ci sono due modi di realizzarla.

La subordinazione può essere espressa in forma esplicita tramite

una congiunzione subordinante + un modo finito del verbo:

Compero l'uva, perché è poco costosa.

oppure tramite

un pronome relativo + modo finito del verbo

Compero l'uva che è poco costosa.

In entrambi i casi si parla di forma esplicita perché il verbo viene usato in un modo finito, cioè un modo che porta l'informazione di persona.

B) la subordinazione può essere in forma implicita tramite

una preposizione + infinito del verbo:

è stato arrestato per aver rapinato una banca.

oppure tramite il gerundio o il participio:

Avendo rapinato una banca è stato arrestato.

In entrambi i casi si parla di forma implicita poiché il verbo viene usato in un modo non finito, cioè che non porta l'informazione di persona.


Esercizi su 'Proposizioni coordinate e subordinate'

Forum


lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.