In questa lezione: gli aggettivi alterati.

 Anche gli aggettivi possono essere alterati con gli stessi suffissi che si usano per i nomi.

Così piccolo + il suffisso -etto, diventa piccoletto.

Gli aggettivi alterati

Gli aggettivi alterati modificano di poco il significato dell’aggettivo primitivo da cui derivano e si usano per esprimere meglio ciò che vogliamo dire di una persona, di un animale o di una cosa.

  • Come si formano gli aggettivi alterati?

Per formare un aggettivo alterato bisogna aggiungere alla radice dell’aggettivo il suffisso alterativo. Si distinguono i suffissi che alterano una parola in quattro categorie:

1) DIMINUTIVI che indicano piccolezza e possono avere la forma in –ino, -ello, -cello, ecc.

2) ACCRESCITIVI che indicano grandezza e possono avere la forma in –one, -acchione, ecc.

3) VEZZEGGIATIVI che indicano affetto e possono avere la forma in –etto, -uccio, -uzzo, ecc.

4) PEGGIORATIVI che indicano disprezzo e possono avere la forma in –accio, -astro, -azzo, ecc.

Per esempio,  alteriamo l'aggettivo simpatico:

simpatico  → togli la radice → simpatic-    +  il suffisso  -one  = simpaticone =  una persona molto cordiale.

 

SUFFISSI ALTERATIVI PIÙ COMUNI

Prossima lezione

Esercizi su 'Aggettivo alterato '



Tutte le lezioni

Lezioni online

Hai un compito e vuoi una mano nel prepararti al meglio? Scopri come ripassare con i nostri insegnanti

Lezioni su Skype  

Statistiche
imagealt

Nel pannello ogni utente può con facilità controllare tutti i punti che hai ottienuto negli gli esercizi.

Ogni grafico riesce a mostrarti cosa ancora devi fare ma anche quanto già hai fatto!

Vai alla mia dashboard  

Forum
Altre materie