In questa lezione la proposizione o frase semplice → Vieni domani al cinema?

Le proposizione o frasi semplici possono essere dei seguenti tipi: frasi enunciative →  Carlo parla; 

enunciative negative →Carlo non parla;

frasi interrogative → Carlo parla?;

frasi esclamative → Quanto parla Carlo!;

frasi volitive →  Venite subito qui!

 

La frase semplice o proposizione

Gli elementi basilari della frase.

sintassi-la-frase-minima-o-proposizione

                                                      

La frase semplice o proposizione nella sua forma base prende il nome di frase minima, ed è formata dal soggetto, ossia ciò di cui si parla e il predicato, cioè quello che si dice del soggetto:

Il telefono (soggetto) squilla (predicato).

Il cane (soggetto) corre (predicato)

Paola (soggetto) legge (predicato)

La frase minima è completa dal punto di vista del significato, perché offre tutte le informazioni necessarie su un fatto, una situazione o un’azione, seppure in forma essenziale.
Al soggetto e al predicato, che formano il nucleo della frase, si possono aggiungere altri elementi che servono a fornire informazioni e precisazioni relative al soggetto o al predicato o a entrambi, oppure che precisano meglio il rapporto che esiste tra soggetto e predicato.
Così la frase minima:

Il cane morde

può espandersi aggiungendo nuovi elementi:

Il cane morde un osso.

Il cane di Mario morde un osso.

Il cane di Mario morde un osso in giardino.

Il cane di Mario morde un osso di pollo in giardino.

 I gruppi di parole che sono stati aggiunti alla frase minima “Il cane morde” , e cioè: un osso, di pollo, di Mario, in giardino, si chiamano complementi perché completano il significato di uno degli elementi essenziali della frase, si chiamano anche espansioni perché espandono tale significato. Aggiungendo questi elementi la comunicazione risulta più chiara e precisa.
Oltre all’aggiunta di complementi la frase può espandersi con l’aggiunta di altri elementi come gli attributi e apposizioni. L’attributo è un aggettivo che si unisce al nome per indicarne una qualità o per determinarlo meglio:

Oggi è una bella giornata.

Ho comperato due vasi rossi.

L’apposizione è un nome che  si usa per determinare un altro nome con più precisione:

Mi ha telefonato l’ingegner Bellori.

Lo zio Piero festeggia la sua vincita.

Prossima lezione

Esercizi su 'Introduzione alla sintassi'



Tutte le lezioni

Lezioni online

Hai un compito e vuoi una mano nel prepararti al meglio? Scopri come ripassare con i nostri insegnanti

Lezioni su Skype  

Statistiche
imagealt

Nel pannello ogni utente può con facilità controllare tutti i punti che hai ottienuto negli gli esercizi.

Ogni grafico riesce a mostrarti cosa ancora devi fare ma anche quanto già hai fatto!

Vai alla mia dashboard  

Forum
Altre materie