In questa lezione i complementi. I complementi si usano per completare il significato della frase, aggiungendo informazioni alla fare semplice formata da soggetto e verbo.

"Mario dà" ..., voi volete sapere che cosa Mario dà e a chi dà. Finiamo il senso della preposizione: Mario dà un libro a Paolo → un libro e a Paolo sono complementi.

I complementi

Lo zio fuma.

Questa è una frase minima, cioè solo soggetto e predicato.

Aggiungiamo altri elementi alla frase minima:

Lo zio di Paolo fuma la pipa in giardino.

Le parole aggiunte sono complementi.

Si chiamano complementi quei nomi o quelle parti del discorso che servono a completare il senso di una frase. I complementi si dividono in complementi diretti e complementi indiretti;

Complemento diretto o complemento oggetto: sono legati direttamente al verbo senza l'aiuto di una preposizione. È quello che indica l'oggetto sul quale va a cadere direttamente l'azione espressa dal verbo transitivo attivo e compiuta dal soggetto. Risponde alla domanda: chi? che cosa?

Anna mangia una mela.

Hanno preparato una torta.

Ho trovato un portafoglio.

Complementi indiretti.

Tutti gli altri complementi, preceduti spesso dalle preposizioni di, a, da, in, con, su, per, si dicono indiretti.

Ci sono varie specie: qui riportiamo solo i principali. Alla definizione segue l'elenco delle preposizioni che li introducono, e un esempio.

Prossima lezione

Esercizi su 'I complementi'



Tutte le lezioni

Lezioni online

Hai un compito e vuoi una mano nel prepararti al meglio? Scopri come ripassare con i nostri insegnanti

Lezioni su Skype  

Statistiche
imagealt

Nel pannello ogni utente può con facilità controllare tutti i punti che hai ottienuto negli gli esercizi.

Ogni grafico riesce a mostrarti cosa ancora devi fare ma anche quanto già hai fatto!

Vai alla mia dashboard  

Forum
Altre materie