0 Points 


I complementi indiretti

In questa lezione: il complemento indiretto. Oltre al complemento oggetto o diretto, ci sono altre  specie di complementi che hanno la stessa funzione del complemento oggetto, cioè di concludere il senso di una proposizione; ma siccome questi, a differenza del complemento oggetto debbono appoggiarsi ad una preposizione, si chiamano complementi indiretti. Sono il complemento di specificazione, di termine, di agente, di provenienza e di mezzo o strumento.



I complementi

Il complemento di specificazione

Il complemento di specificazione specifica la persona o la cosa a cui si riferisce.

La figlia (soggetto) di Mario (complemento di specificazione) frequenta (predicato verbale) un corso (complemento oggetto) di lingue (com-plemento di specificazione).

Sara (soggetto) ha preso (predicato verbale) le difese (complemento oggetto) di Marco (complemento di specificazione).

Risponde alla domanda: Di chi? Di che cosa

Il complemento partitivo

Il complemento partitivo indica di chi fa parte il nome o il pronome che lo precede. È introdotto dalle preposizioni di, tra, fra.

Il docente (soggetto) incontrerà (predicato ver-bale) tre (complemento oggetto) di voi (com-plemento partitivo).

Il vincitore (soggetto) è (copula) uno (nome del predicato) di voi (complemento partitivo).

Chi (soggetto) di loro (complemento partitivo) viene (predicato verbale) in gita (complemento di moto a luogo)?

Risponde alle domande: Tra chi? Tra che cosa

Il complemento di paragone

Il complemento di paragone indica il secondo termine del paragone.

Il miele (soggetto) è (copula) più dolce (nome del predicato) dello zucchero (complemento di paragone).

Il cane (soggetto) di Michele (complemento di specificazione) è (copula) più alto (nome del predicato) del tuo (complemento di paragone).

La pizza (soggetto) di Claudio (complemento di specificazione) era (copula) meno buona (nome del predicato) della mia (complemento di para-gone).

L’impegno (soggetto) scolastico (attributo del soggetto) di Silvano (complemento di specifica-zione) è stato (copula) intenso (nome del predi-cato) come il tuo (complemento di paragone).

È introdotto dadi, che, come, quanto.

Complemento di termine

Il complemento di termine indica la persona o la cosa su cui va a finire l’azione.Esempi:

Paola (soggetto) ha dato (predicato verbale) la borsa (complemento oggetto) a Mara (comple-mento di termine).

Marco (soggetto) ha regalato (predicato verbale) un paio (complemento oggetto) di orecchini (complemento di specificazione) alla fidanzata (complemento di termine).

Fabiola (soggetto) ti (complemento di termine) darà (predicato verbale) gli appunti (comple-mento oggetto) di Carla (complemento di speci-ficazione).

Risponde alla domanda: A chi? A che cosa?

Il complemento d’agente e di causa efficiente

Un verbo può essere attivo o passivo. Nella forma passiva il soggetto diventa complemento d’agente, se è una persona, o di causa efficiente (forma attiva)

Fabio (soggetto) recita (predicato verbale) una poesia (complemento oggetto). (forma passiva)

Una poesia (soggetto) è recitata (predicato verbale) da Fabio (persona; comple-mento d’agente). (forma attiva)

Un masso (soggetto) ha colpito (predicato verbale) l’auto (complemento ogget-to). (forma passiva)

L’auto (soggetto) è stata colpita (predicato verbale) da un masso (cosa; comple-mento di causa efficiente).

Risponde alla domanda: Da chi? Da che cosa?

Il complemento di compagnia e di unione

I complementi di compagnia o di unione indica-no rispettivamente la persona o la cosa con cui si compie l’azione.

Morena (soggetto) è venuta (predicato verbale) con un’amica (complemento di compagnia) e (congiunzione) con due (attributo del comple-mento di unione) borse (complemento di unio-ne).

Rispondono alle domande: Con chi? Con che cosa?

Il complemento di mezzo

Il complemento di mezzo indica il mezzo che si usa per compiere l’azione.

Gianna (soggetto) è venuta (predicato verbale) con l’automobile (complemento di mezzo), Rosanna (soggetto) invece (congiunzione) è venuta (predicato verbale) in bici (complemento di mezzo).

Silvia (soggetto) ha sculacciato (predicato verbale) il figlio (complemento oggetto) con le mani (complemento di mezzo).

Risponde alla domanda: Con che mezzo?

Il complemento di modo o maniera Il complemento di modo indica il modo in cui si compie l’azione.

Maria  (soggetto) agisce (predicato verbale) sempre (avverbio di tempo) con avvedutezza (complemento di modo).

Bianca (soggetto) ha chiuso (predicato verbale) la porta (complemento oggetto) con forza (complemento di modo).

Marco (soggetto) si è comportato (predicato verbale) con arroganza e in modo maleducato (complementi di modo).

Risponde alle domande: In che modo? In che maniera?

Il complemento di causa

Il complemento di causa indica la causa che provoca l’azione.Esempi:Vanna (soggetto) è venuta (predicato verbale) per simpatia (complemento di causa).Brigida (soggetto) ha aiutato (predicato verbale) Silvia (complemento oggetto) per amicizia (complemento di causa). Risponde alle domande: Perché? Per quale cau-sa? Per quale motivo?

Il complemento di scopo o fineIl complemento di scopo o di fine indica lo sco-po o il fine per cui avviene l’azione.Esempi:Vanessa (soggetto) studia (predicato verbale) per la promozione (complemento di scopo o fi-ne). Fernanda (soggetto) viaggia (predicato verbale) per lavoro (complemento di scopo o fine).Risponde alle domande: Perché? Per quale sco-po? Per quale fine?

I complementi di luogo

I complementi di luogo indicano il luogo in cui avviene l’azione compiuta dal soggetto. Essi so-no quattro:complemento di stato in luogocomplemento di moto a luogocomplemento di moto da luogo complemento di moto per luogoEsempi:Marina (soggetto) lavora (predicato verbale) in casa (complemento di stato in luogo).Marta (soggetto) va (predicato verbale) a casa (complemento di moto a luogo).Martina (soggetto) viene (predicato verbale) da casa (complemento di moto da luogo).Marietta (soggetto) viaggia (predicato verbale) per la regione (complemento di moto per luogo). Si deve notare che il complemento è determinato dal verbo, che può essere di stato (e allora il complemento è di stato in luogo) o di moto (e allora il complemento è di moto a luogo).Altri esempi:Marco (soggetto) vive (predicato verbale) in città (complemento di stato in luogo).(Io) (soggetto sottinteso) corro (predicato verba-le) in città (complemento di moto a luogo).Marco (soggetto) andava (predicato verbale) a scuola (complemento di moto a luogo), mentre (congiunzione avversativa) Carla tornava da scuola (complemento di moto da luogo).(Io) (soggetto sottinteso) Ti (complemento og-getto) cercherò (predicato verbale) per mari e per monti (complemento di moto per luogo). Rispondono, rispettivamente, alle domande: Dove? In che luogo?Verso dove? Verso che luogo?Da dove? Da che luogo?Per dove? Attraverso che luogo?

I complementi di tempo

I complementi di tempo sono due: complemento di tempo determinato e complemento di tempo continuato. Il complemento di tempo determinato indica quando avviene l’azione espressa dal verbo; il  complemento di tempo continuato indica quanto dura l’azione espressa dal verbo.Esempi:Marina (soggetto) è nata (predicato verbale) nel 1989 (complemento di tempo determinato). Andrea (soggetto) si laureò (predicato verbale) nel 2000 (complemento di tempo determinato) all’Università (complemento di stato in luogo) di Padova (complemento di specificazione). Marina (soggetto) è vissuta (predicato verbale) per tre (attributo del complemento di tempo con-tinuato) anni (complemento di tempo continua-to) a Parigi (complemento di stato in luogo). Valeria (soggetto) ha viaggiato (predicato ver-bale) in Persia (complemento di stato in luogo) per cinque (attributo del complemento di tempo continuato) settimane (complemento di tempo continuato).Rispondono, rispettivamente, alle domande: Quando? In che tempo?Per quanto tempo?

Il complemento di denominazione Il complemento di denominazione specifica il nome proprio del nome comune (città, isola, me-se ecc.).

:L’isola (soggetto) di Sicilia (complemento di denominazione) è (copula) vastissima (nome del predicato). Franca (soggetto) ha visitato (predicato verbale) la città (complemento oggetto) di Mosca (com-plemento di denominazione) l’anno (comple-mento di tempo determinato) scorso (attributo del complemento di tempo determinato). Il complemento di denominazione è importante nelle traduzioni dal e in latino, poiché il nome proprio segue sempre il caso del nome comune. Esempi:L’isola di Sicilia si traduce come se fosse L’isola Sicilia, cioè Sicilia insula.

I complementi di abbondanza e di privazione

Il complemento di abbondanzae di privazioneindicano ciò di cui si abbonda e ciò di cui si è privi. Esempi:Egli (soggetto) è (copula) ricco (nome del predi-cato) di talenti (complemento di abbondanza). Dario (soggetto) è (copula) un povero (nome del predicato) di spirito (complemento di privazio-ne). Rispondono, rispettivamente, alle domande: Di che cosa abbonda? Di che cosa è privo?In genere i due complementi sono introdotti da aggettivi indicanti abbondanza o privazione.

Il complemento di materia

Il complemento di materia indica la materia di cui è fatta una cosa.Esempi:Io (soggetto) ho acquistato (predicato verbale) una statua (complemento oggetto) di bronzo (complemento di materia). Risponde alle domande: Di che cosa è fatto? Di che materiale è fatto?Il complemento di argomentoIl complemento di argomento indica l’argomen-to di cui parla.Esempi:Io (soggetto) ho parlato (predicato verbale) di retorica (complemento di argomento), mentre (congiunzione avversativa) Arturo (soggetto) ha parlato (predicato verbale) di filologia (com-plemento di argomento) italiana (attributo del complemento di argomento).Risponde alle domande: A proposito di che cosa? Riguardo a che cosa? Di che cosa si tratta? Di che cosa si parla?

Il complemento di qualità Il complemento di qualità indica la caratteristica fisica (o morale) di una persona o di una cosa. Esempi:Mariella (soggetto) è (copula) una ragazza (no-me del predicato) di grande (attributo del com-plemento di qualità) bellezza (complemento di qualità), mentre (congiunzione avversativa) An-na (soggetto) è (copula) una ragazza (nome del predicato) di grande (attributo del complemento di qualità) intelligenza (complemento di quali-tà). Risponde alla domanda: Come? Riguardo a che cosa? Di che qualità è?

Il complemento di età

Il complemento di età indica l’età di una persona o di una cosa.

Angela (soggetto) è (copula) una ragazza (nome del predicato) di 11 (attributo del complemento di età) anni (complemento di età).

Io (soggetto) ho acquistato (predicato verbale) un cane (complemento oggetto) di 3 (attributo del complemento di età) anni (complemento di età).

Anna (soggetto) ha (predicato verbale) 11 (attributo del complemento oggetto) anni (comple-mento oggetto).

La casa (soggetto) ha (predicato verbale) 15 (at-tributo del complemento oggetto) anni (complemento oggetto).

Risponde alle domande: Di quanti anni? Di che età è?

Analisi logica e parti invariabi-li del discorsoIn analisi logica gli avverbi, le congiunzioni, le preposizioni, le esclamazioni (o interiezioni) restano tali. Le preposizioni sono usate per for-mare i vari complementi

Esempi:Antonio (soggetto) venne (predicato verbale) subito (avverbio di tempo), mentre (congiunzio-ne avversativa o temporale) Claudio (soggetto) attese (predicato verbale) un momento (com-plemento oggetto).Marina (soggetto) e (congiunzione) Giuliana (soggetto) hanno lottato (predicato verbale) ad oltranza (avverbio di modo). “Oh!” (esclamazione o interiezione) egli (sog-getto) disse (predicato verbale). Ieri (avverbio di tempo) è piovuto (predicato verbale) a dirotto (locuzione avverbiale di mo-do). “Per Zeus!” (esclamazione o interiezione) Cal-purnio (soggetto) disse (predicato verbale), guardando (predicato verbale) il cielo (comple-mento oggetto).Alla lunga (locuzione avverbiale di modo) vin-cerò (predicato verbale) io (soggetto).Paola (soggetto) mi (complemento di termine) diede (predicato verbale) erroneamente (avver-bio di modo) il tuo (attributo del complemento oggetto) fascicolo (complemento oggetto).

Prossima lezione


Esercizi su I complementi indiretti






Forum
Altre materie
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.