Le tre coniugazioni dei verbi

Le tre coniugazioni dei verbi

Nella lingua italiana il verbo può variare secondo il modo, il tempo, il numero e la persona, cioè il verbo ha una sua particolare flessione che si chiama coniugazione.

Ma non tutti i verbi seguono la stessa coniugazione a eccezione di essere e avere, che ne hanno una propria, tutti gli altri verbi sono stati raggruppati in tre categorie che rappresentano tre tipi distinti di coniugazioni.

La prima coniugazione o categoria comprende tutti i verbi che all'infinito presente terminano in ARE:

cantARE

saltARE

osservARE

parlARE

La seconda coniugazione o categoria comprende tutti i verbi che all'infinito presente terminano in ERE:

vedERE

leggERE

corrERE

credERE

La terza coniugazione o categoria comprende tutti i verbi che all'infinito presente terminano in IRE:

partIRE

dormIRE

venIRE

sentIRE

ARE, ERE, IRE sono dunque le desinenze dell'infinito presente, si distinguono tra loro per le vocali A,E,I che sono vocaboli caratteristiche perché servono a distinguere le tre coniugazione.

Ogni voce verbale dei tempi semplici è formata da una parte che rimane invariata in tutta la coniugazione e si chiama TEMA, e di una parte che varia secondo il modo, il tempo e la persona, che prende il nome di DESINENZA.

ved- o, ved-evano, ved-esse:

VED = TEMA

-O, -EVAMO, -EMMO, -ESSE = DESINENZA

  • verbi regolari:

a) in italiano, la maggioranza dei verbi di ciascuna coniugazione si flette allo stesso modo, cioè non cambiano mai la radice e conservano lo stesso modello di desinenza per i diversi modi, tempi e persone; questi verbi sono i verbi regolari.

b) i verbi regolari sono raggruppati in tre tipi di coniugazione

c) nella terza coniugazione ci sono dei verbi come ad esempio, finire, che prendono il suffisso -isc, inserito tra radice e desinenza, nella prima, seconda, terza e sesta persona dell'indicativo e del congiuntivo presenti, e nella seconda, terza e sesta persona dell'imperativo.

Ci sono circa 500 verbi che si coniugano seguendo il modello di finire. Tra i principali ricordiamo:

Abolire, agire, approfondire, arricchire, arrossire, capire, chiarire, colpire, costruire, custodire, diminuire, distribuire, esaurire, favorire, fiorire, finire, garantire, gradire, guarire, impaurire, impazzire, impedire, inserire, istruire, proibire, pulire, punire, spedire, stupire, subire, ubbidire, unire.

a)Sono pochi i verbi in italiano che non seguono il modello della coniugazione a cui appartengono.

b)In un verbo irregolare può variare sia il tema: and-are: vado, sia la desinenza cad- ere: cad-di

c)i verbi irregolari della 1ª e 3ª coniugazioni sono pochi, mentre sono numerosi quelli dell 2ª coniugazione.

d)Molti verbi di uso comune hanno il participio passato irregolare.

aprire aperto
chiedere chiesto
chiudere chiuso
coprire coperto
correre corso
leggere letto
mettere messo
offrire offerto
perdere perso/perduto
prendere preso
rispondere risposto
scrivere scritto
soffrire sofferto
spendere speso
vivere vissuto

qui il  (coniugatore) dei verbi irregolari più comuni

Prossima lezione

Esercizi su 'Le tre coniugazioni dei verbi'



Tutte le lezioni

Lezioni online

Hai un compito e vuoi una mano nel prepararti al meglio? Scopri come ripassare con i nostri insegnanti

Lezioni su Skype  

Statistiche
imagealt

Nel pannello ogni utente può con facilità controllare tutti i punti che hai ottienuto negli gli esercizi.

Ogni grafico riesce a mostrarti cosa ancora devi fare ma anche quanto già hai fatto!

Vai alla mia dashboard  

Forum
Altre materie