0 Points 


 0 Points     Registrati       Login

La morfologia

La parola morfologia significa studio della forma della parola. “Le parti del discorso” sono classificate in nove specie diverse: l'articolo, il nome, l'aggettivo, il verbo, il pronome, l'avverbio, la preposizione, la congiunzione e l'interiezione; ogni parola scritta o detta rientra in una di queste nove categorie. Alcune parole, comunque e dovunque siano impiegate, restano sempre tali e quali, invariabili ( avverbio, preposizione, congiunzione e interiezione). Tutte le altri sono variabili. Ma anche le parole variabili non cambiano però tutte le lettere di cui sono formate. In esse c'è sempre una parte che resta sempre uguale: la radice, e un'altra parte che cambia secondo le circostanze e si chiama desinenza.



    Unità 4

  • Introduzione al verbo
  • Il modo verbale
  • La persona del verbo
  • I modi del verbo
  • I tempi del verbo
  • I verbi ausiliari: essere e avere
  • Le forme del verbo
  • Il genere del verbo
  • Altri tipi di verbi
Introduzione al verbo

Il nome

I nomi, o sostantivi, sono parole che si usano per indicare persone, animali, cose e sentimenti.

I nomi propri indicano un individuo specifico all'interno di una specie o categoria;

i nomi comuni indicano tutti gli individui di una categoria o di una specie, senza alcuna distinzione;

i nomi collettivi indicano un gruppo di individui della stessa specie.


Introduzione al verbo

    Unità 5

  • Introduzione al nome
  • Il genere del nome
  • Il numero del nome
  • La struttura del nome
Introduzione al nome

L'aggettivo si aggiunge al nome  per precisarne qualità o per determinare una caratteristica.

(La macchina veloce. La mia macchina.)

L'aggettivo  concorda in genere e numero con il nome.

L'aggettivo derivato deriva dal nome, l'aggettivo composto, si compone con più parole;

l'aggettivo alterato, indica una qualità un po' diversa dal normale;

il grado dell'aggettivo, indica la qualità normale, il paragone, il grado massimo.


Introduzione al nome

    Unità 6

  • Introduzione all'aggettivo
  • L'aggettivo
  • Gradi di comparazione dell'aggettivo
  • Bello, buono, grande e santo
  • Aggettivo dimostrativo
  • Aggettivo possessivo
Introduzione all'aggettivo
Il pronome si sostiutisce al nome, ma può sostituire anche un aggettivo, un verbo e perfino un' intera frase. Il pronome PERSONALE indica la persona che parla, a cui si parla, di cui si parla. Pronomi personali soggetto, pronome personale complemento, le particelle pronominali, pronome rifelssivo La forma personale di sé e si di terza persona è detto PRONOME RIFLESSIVO, perché fa le veci della stessa persona che fa l'azione.Uso dei pronomi personali. PRONOME POSSESSIVO (mio, tuo, suo ..) indicano a chi appartiene la persona, l'animale, la cosa, di cui si parla e dei quali sostituiscono il nome. PRONOME DIMOSTRATIVO ( questo, quello codesto) indicano la collocazione nello spazio PRONOMI INDEFINITI ( uno, alcuno,ciascuno,nessuno,altro, poco,molto, tutto) sono anche aggettivi, resi pronomi togliendo il sostantivo cui si riferiscono) PRONOMI RELATIVI ( che, il quale, cui, chi, quanto)mettono in relazione tra loro due proposizioni. PRONOMI ESCLAMATIVI ed INTERROGATIVI ( chi, che, quale, quanto )

Introduzione all'aggettivo

    Unità 8

  • Il pronome
  • I pronomi personali
Il pronome
L'avverbio ha la funzione di modificare il significato di altre parti del discorso, precisandolo meglio e qualificandolo: Il fiume scorre LENTAMENTE, La mia vicina è TROPPO curiosa. Le parti che l'avverbio modifica sono: il verbo, l'aggettivo, il nome, un altro avverbio, una frase intera. Gli avverbi si dividono in: semplici, composti e derivati; in più ci sono le locuzioni avverbiali. Gli avverbi in base al loro significato si dividono in: avverbi di MODO , - di LUOGO, - di TEMPO, - di GIUDIZIO, - di QUANTITÀ , - INTERROGATIVI , - FRASALI ( o testuali ). Molti avverbi hanno il grado COMPARATIVO, e SUPERLATIVO ( come gli aggettivi ).

Il pronome

    Unità 10

  • L'avverbio
L'avverbio
La preposizione è una paroletta invariabile che si mette davanti ai nomi, aggettivi, pronomi, verbi all'infinito e avverbi per METTERE IN RELAZIONE TRA LORO LE VARIE PARTI di una frase. Le preposizioni si possono dividere in tre tipi: preposizioni proprie, improprie, locuzioni prepositive.Proprie ( solo funzione di preposizioni) e sono DI, A, DA, IN, CON, SU, PER, TRA e FRA. Preposizioni improprie: sono le altre parti del discorso che possono fungere anche da preposizioni. Le preposizioni improprie sono formate da avverbi ( PRIMA, DOPO, DAVANTI, DIETRO..., aggettivi ( LONTANO, VICINO, LUNGO, SALVO, SECONDO ... e participi ( DURANTE, RASENTE, NONOSTANTE ... Locuzioni prepositive sono i gruppi di parole usati con funzione di preposizione ( di fronte a, in mezzo a, a favore di, in nome di ecc.

L'avverbio

    Unità 11

  • La preposizione
La preposizione
La congiunzione unisce gli elementi della frase. Le congiunzioni si classificano secondo la forma e la funzione sintattica che svolgono. In base alla forma possono essere SEMPLICI ( e, o, ma,che, come,né ecc) COMPOSTE ( oppure, neanche, nondimeno, sebbene ecc.), LOCUZIONI CONGIUNTVE ( di modo che, dal momento che, per il fatto che ecc.) In base alla funzione sintattica le congiunzioni possono essere: coordinative, subordinative.

La preposizione

    Unità 12

  • La congiunzione
La congiunzione
L'interiezione è una parola che si usa per comunicare una sensazione, un'emozione, uno stato d'animo come meraviglia, paura, sorpresa, rabbia, felicità ecc. Le interiezioni si dividono in PROPRIE, IMPROPRIE e LOCUZIONI ESCLAMATIVE. Vanno aggiunte le voci ONOMATOPEICHE che hanno alcune affinità con le interiezioni.

La congiunzione

    Unità 13

  • L'interiezione
L'interiezione

1) l'articolo introduce il nome nella frase.

2) in italiano l'articolo può essere:

- determinativo    introduce il nome determinato, ben distinto,

- indeterminativo introduce il nome indeterminato, generico,

- partitivo: introduce il nome che indica la parte di tutto.

3) le forme dell'articolo dipendono dall'iniziale del nome.


L'interiezione

    Unità 17

  • L'articolo
  • L'articolo determinativo
  • L'articolo indeterminativo
  • L'articolo partitivo
  • La preposizione articolata
L'articolo

Per esprimere le nostre azioni usiamo i verbi.

Il verbo indica:

un’azione, un modo di essere, uno stato;

il verbo predica, cioè indica l’azione;

il verbo indica un modo di essere;

la coniugazione fa cambiare forma al verbo;

la voce indica persona, numero, tempo e modo;

il tempo del verbo indica quando avviene l’azione.


L'articolo

Forum


lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.