Con "questo, -a " si indicano cose persone o fatti vicini a livello spaziale o temporale rispetto a chi parla,"quello,-a" invece, a cose, persone o fatti situati a distanza spaziale e temporale  rispetto a chi parla.

Gli aggettivi questo e quello possono essere rafforzati nella lingua parlata dagli avverbi di luogo qui/qua e lì / là, che vengono posposti al nome: prendi questa sedia qua.

Gli Aggettivi Dimostrativi

Introduzione agli Aggettivi Dimostrativi

L’aggettivo dimostrativo ha la funzione molto importante di indicare e mostrare un oggetto (persona, cosa, concetto). Si usa più nel linguaggio parlato, e il più delle volte è accompagnato ad un gesto (parlando, il dimostrativo si evidenzia con l’indice teso).

Le forme principali sono "questo" e "quello", a cui si aggiunge "codesto", che però l’uso è limitato al Toscano e al linguaggio burocratico. Delle tre forme, "questo" e "quello" sono le più comuni, mentre "codesto" ha un uso limitato.

Capire quando e come usare gli aggettivi dimostrativi è essenziale per esprimersi chiaramente. Ogni aggettivo dimostrativo ha un preciso impiego che dipende dalla vicinanza dell'oggetto rispetto a chi parla e a chi ascolta.

Vediamo insieme come utilizzare correttamente questi aggettivi.

Uso di "questo", "quello" e "codesto"

"Questo" si usa per mostrare un oggetto, persona o cosa vicino a chi parla. Ad esempio:

Ti regalo questo libro

(intendendo un libro che mi sta vicino o che ho tra le mani o sotto gli occhi)

"Codesto" si usa per indicare un oggetto vicino a chi ascolta. Questo aggettivo è più comune in Toscana e nel linguaggio burocratico. Ad esempio:

Dammi codesto libro

(se si vuole indicare un libro più vicino a chi ascolta)

"Quello" si usa per indicare un oggetto lontano sia da chi parla che da chi ascolta. Ad esempio:

Chiudi quella porta

(una porta che è lontana sia da chi parla che da chi ascolta).

Gli Avverbi di Luogo

Ai tre aggettivi dimostrativi corrispondono gli avverbi di luogo "qui" e "qua" (per "questo"), "costì" o "costà" (per "codesto"), "lì" o "là" (per "quello"). Questi avverbi rafforzano il significato degli aggettivi, soprattutto nel parlato.

Questo qui o qua, codesto costì o costà, quello lì o là.

Quando l’aggettivo dimostrativo è legato al suo nome, la particella avverbiale si mette dopo. Ad esempio:

Prendi questi libri qui.

Di chi è quella casa là?

Questi avverbi aiutano a specificare ulteriormente la posizione dell'oggetto rispetto a chi parla e a chi ascolta.

Accordo degli Aggettivi Dimostrativi

Tutti e tre gli aggettivi si accordano con il nome secondo il genere e il numero, seguendo le quattro desinenze della prima classe degli aggettivi qualificativi. Ad esempio:

Questo vecchio,

questa cosa,

questi uomini,

queste donne.

"Questo" e "questa" si apostrofano davanti a vocale:

quest’albero, quest’anatra.

Mai al plurale:

questi alberi, queste onde.

Le forme di "quello" si regolano come l’articolo determinativo:

Quel signore,

quell’amico,

quello spirito,

quello zero,

quello gnomo.

Al maschile plurale, "quelli" è usato in posizione assoluta:

I miei figli sono quelli là..

Con il troncamento davanti a consonante:

Quei signori,

quegli amici,

quegli spiriti,

quegli zeri.

Al femminile, la forma intera davanti a consonante:

Quella signora,

quell’arte,

quelle signore,

quelle arti.

Aggettivi Stesso e Medesimo

Gli aggettivi "stesso" e "medesimo" (più usato il primo per la sua brevità) indicano la somiglianza o l’identità più o meno perfetta. Ad esempio:

È lo stesso uomo di prima.

Abbiamo fatto lo stesso errore.

La forma "medesima" è più rara e si usa nel linguaggio letterario. Ad esempio:

Ho la medesima intenzione.

Mi ha telefonato la professoressa stessa

(cioè lei in persona).

Specie con i pronomi personali: Io stesso, tu stesso,

Gli parlerò io stesso,

Conosci te stesso,

Lo diceva a se stesso,

Parlavano con se stessi.

Aggettivi Simile, Siffatto, Tale, Certo e Altro

Hanno valore dimostrativo anche gli aggettivi "simile" e "siffatto". Ad esempio:

Una simile idea è da scartare

(cioè questa idea, tale idea è da scartare).

Non mi piacciono simili decisioni.

Gli aggettivi indicativi "tale", "certo" e "altro" possono avere valore dimostrativo e indefinito. Ad esempio:

Un tale comportamento non è accettabile.

Certe persone sono davvero gentili.

Questi aggettivi arricchiscono il nostro modo di esprimere e descrivere le cose, rendendo il linguaggio più preciso e variato.

Paragrafi letti

    
0%
       Salva

  Esercizi su: 'Gli aggettivi dimostrativi '

  Approfondimenti su: 'Gli aggettivi dimostrativi '


Statistiche

Nel pannello personale, ogni utente può facilmente tenere traccia di tutti i punti ottenuti negli esercizi. I grafici mostrano in modo chiaro le attività ancora da completare e quanto hai già realizzato!


Vai alla mia dashboard  
Forum
Altre materie