Pronomi possessivi sostituiscono il nome, sono sempre preceduti da un articolo determinativo o da una preposizione articolata, concordano in genere e numero con la parola che sostituiscono. I pronomi possessivi al pari dei corrispondenti aggettivi, sono tanti quante sono le persone cui può appartenere una cosa: il mio, il tuo, il suo, il nostro, il vostro, il loro.

Pronomi possessivi

I possessivi, aggettivi o pronomi che siano, indicano il possessore. Essi sono:

mio (mia, miei, mie); tuo (tua, tuoi, tue); suo (sua, suoi,sue); nostro (nostre, nostri, nostre); vostro (vostra, vostri, vostre); loro (invariabile); proprio (propria, propri, proprie); altrui (invariabile).

Una particolare attenzione la dovrai dare ai possessivi suo e loro riferiti al soggetto.

Giulio compie il suo dovere.      I tuoi parenti compiono il loro dovere.

Stefano ama molto le sue zie.   I miei cugini amano molto le loro zie.

Suo (sua, suoi, sue) è sempre riferito a soggetto singolare.

Loro (invariabile) è sempre riferito a soggetto plurale.

Commetterebbe  grave  errore chi scrivesse:

I tuoi soci fanno solo il suo interesse, se si vuole intendere l'interesse dei soci stessi (soggetto).

La frase citata invece sarebbe esatta se si vuole dire che i soci fanno solo l'interesse di lui, di un altro, e non il proprio.

2. Qualche parola sul possessivo proprio

a) L'ho visto con i miei occhi.   L'ho visto con i miei propri occhi.

L'aggettivo proprio, aggiunto ad un altro possessivo, rafforza l'idea del possesso facendola sentire più intensamente, con maggior efficacia.

b) Leggi attentamente:

Il nonno condusse la nipotina nella sua casa.

Sua: di chi? del nonno o della nipotina? L'ambiguità è evidente.

Per togliere ogni fraintendimento si scriverà o si dirà così:

Il nonno condusse la nipotina nella propria casa

se vuoi intendere in quella del nonno, perché proprio si riferisce solo al soggetto;

Il nonno condusse la nipotina in casa di lei

se vuoi intendere quella della nipotina.

c) l'aggettivo proprio, infine, è obbligatorio nei seguenti casi:

Nessuno è buon giudice in causa propria: e cioè quando il soggetto è indefinito.

Non si è mai buoni giudici in causa propria: e cioè quando il verbo è impersonale.

Possessivi sostantivati

Ti basteranno questi pochi esempi

I miei (genitori, parenti) ti ricordano sempre.

Ne dice sempre una delle sue (sciocchezze, motti, barzellette, ecc.)

Uso del possessivo

Il possessivo non si mette quando esprimerlo sarebbe superfluo poiché è chiara la persona a cui la cosa appartiene; questo avviene soprattutto quando si indicano parti del corpo del soggetto e oggetti che si portano.

Non si dice e non si scrive:

Mi fanno male i miei denti. /  Presi la mia borsa e uscii.

ma semplicemente:

Mi fanno male i denti. Presi la borsa e uscii.

Sono rimasta a casa con la mamma e il papà, e non sono rimasto a casa con la mia mamma e il mio papà.

In questo caso la determinazione del possesso non è né necessaria né opportuna.

Per l'uso dell'articolo con i possessivi, vedi la lezione sull'uso dell'articolo.

Paragrafi letti

    
0%
       Salva

  Esercizi su: 'Pronomi possessivi'

  Approfondimenti su: 'Pronomi possessivi'

601    601    Lezione in pdf su 'Pronomi possessivi'
0%
 

Statistiche

Nel pannello personale, ogni utente può facilmente tenere traccia di tutti i punti ottenuti negli esercizi. I grafici mostrano in modo chiaro le attività ancora da completare e quanto hai già realizzato!


Vai alla mia dashboard  
Forum
Altre materie