Appunti di italiano per studenti delle scuole medie su Proposizione finale e consecutiva utili per lo studio e per fare le analisi logiche e grammaticali

Subordinate  finali, consecutive, temporali e avversative

  • FINALE

Prendiamo questa frase:

Assunsero due agenti a custodia della cassaforte.

che è composta da un predicato verbale, da un complemento di fine e da un complemento di specificazione. Potremmo anche dire:

Assunsero due agenti perché custodissero la cassaforte.

La subordinata esprime il fine, lo scopo dell'assunzione. Questo tipo di proposizioni si chiamano subordinate finali.

Le subordinate finali possono essere di forma esplicita e hanno il verbo di modo congiuntivo e sono introdotte da perché, affinché.

Lo pregai affinché tacesse.

Studiate affinché siate promossi.

La legge è fatta perché sia applicata.

B) subordinate finali implicite hanno il verbo al modo infinito e sono introdotte da per o a, allo scopo di, al fine di, al fine di, con l'intenzione di:

Ogni occasione è buona per incontrare nuove persone.

Ti do questo lavoro da fare

Ero andato da lui allo scopo di convincerlo

  • CONSECUTIVA

Consideriamo questo periodo complesso:

Ti ho corretto l' esercizio così che tu non compia gli stessi errori.

La subordinata (così che tu non compia gli stessi errori), esprime qui la conseguenza dello stato di cose riferite nella principale (Ti ho corretto l'esercizio). Per questo motivo si chiama subordinata consecutiva. Può essere introdotta da così ché, sicché,e dalla locuzione in modo che, in maniera che. In questi casi può essere solo esplicita e ha il verbo al modo indicativo, congiuntivo o condizionale;

Era così felice che non riusciva a dire una parola.

Leggi in modo che tutti possano capirti.

Era così sciocco da credere a tutti.

È troppo vanitoso perché  riconosca i propri errori.

  • TEMPORALE

Indica il momento in cui l'azione della principale si svolge, si è svolta o si svolgerà; l'azione può essere contemporanea a quella della reggente, anteriore o posteriore.

Quando arrivò a casa, la sorella era già partita.

Mentre andava a scuola, pensava con ansia all'interrogazione.

Dopo che la nonna se ne fu andata, si pentì di averla trattata male.

Volle tornare prima che tramontasse il sole.

Come (appena) lo vide, impallidì.

Prima di parlare (prima che tu parli), pensa lungamente.

Le esplicite sono introdotte da quando, prima che, dopo che, mentre, come, appena, anche, ogni volta che, fin tanto che e simili. Usano l'indicativo e il congiuntivo.

Le implicite usano il gerundio, il participio passato e l'infinito introdotto da in, a, su, prima di, dopo (di). ecc.

  • AVVERSATIVA

Esprime concetto o fatto che si oppone a quanto affermato nella reggente.

Perdi tempo in sciocchezze, mentre (e, al contrario, e invece) dovresti pensare a finire i compiti.

Ti credi furbo, mentre (al contrario, e invece) sei lo zimbello di tutti.

  Anna parla, mentre invece io sparecchio.

Vuole avere ragione quando non è vero.

Hai fatto un gran pasticcio, laddove avresti dovuto fare più attenzione.

Invece di rendersi utile, ci distraeva.

  Vi siete distratti invece di seguire la lezione.

Anziché avere prudenza, si lanciarono a tutta velocità.

Le esplicite sono introdotte da mentre, quando, laddove. Usano l'indicativo e il condizionale.

Le implicite usano l'infinito e sono introdotte da invece di, anziché, in luogo di.

Paragrafi letti

            Salva

  Esercizi su: 'Proposizione finale e consecutiva'

  Approfondimenti su: 'Proposizione finale e consecutiva'


Statistiche

Nel pannello personale, ogni utente può facilmente tenere traccia di tutti i punti ottenuti negli esercizi. I grafici mostrano in modo chiaro le attività ancora da completare e quanto hai già realizzato!


Vai alla mia dashboard  
Forum
Altre materie