Appunti di italiano per studenti delle scuole medie su Dittongo - iato - trittongo utili per lo studio e per fare le analisi logiche e grammaticali

Dittongo - iato - trittongo

Per completare lo studio delle regole principali che riguardano la divisione in sillabe, è necessario fare la conoscenza dei tre fenomeni citati nel titolo e che riguardano l'accostamento di due o più vocali, come puoi vedere, dagli esempi delle parole seguenti:

piuma, fluido, buio, biada, suono, paura, arpia, beato, maestro, guai.

Per poter esattamente dividere in sillabe gli accostamenti vocali che hai appena visto, è necessario, innanzi tutto aver ben chiaro che:

1) i,u sono dette per il suono loro particolare, vocali dolci;

2. a,e,o, al contrario, vocali dure o aspre.

DITTONGO

Leggi attentamente le parole dei gruppi seguenti:

diurno, fiume, fiuto, guidare, sanguigno, Luigi (vocale dolce + vocale dolce)

baita, dei, pausa, biada, pietà, suono, (vocale dura + dolce non accentata o viceversa.

Ti sei accorto (accorta) che i gruppi vocalici segnalati sono stati da te pronunciati con una sola emissione di voce?

Ebbene:

1. due vocali accostate (dolce + dolce; dura più dolce non accentata o viceversa) che si pronunciano con una sola emissione di voce formano un dittongo;

2. le vocali di un dittongo sono inseparabili e perciò dividerai le parole citate così:

diur - no, fiu - me, fiu - ta - re, gui - da - re, san - gui - gno, Lui - gi.

baita, bia - da, pau - sa, suo - no, dei, pie - tà.

Osserva la differenza fra le seguenti coppie di parole:

cielo, celeste             piede, pedestre,          tiene, tenete

scuola, scolaro          tuono, tonante            uomo, ometto

1.Nella prima parole di ogni coppia (cielo, scuola, ecc) si trovano i dittonghi ie, uo che scompaiono nella seconda (celeste, scolaro).

2. Il dittongo scompare e rimane solo la vocale aspra quando su di essi non cade più l'accento tonico, come appunto avviene nella seconda parola di ogni coppia.

3. I dittonghi ie e uo, che si riducono alla semplice vocale aspra quando su di essi non cade più l'accento tonico, si dicono dittonghi mobili.


IATO

Leggi attentamente le parole di questi altri gruppi:

circùito, drùido, flùido, fùi (due vocali dolci sulla prima delle quali cade l'accento tonico)

vìa, mna, e, pra (dolce accentata + dura o viceversa)

beato, maestro,beone,poeta,aorta (aspra + aspra)

Questa volta i gruppi vocalici segnalati li hai pronunciati staccati, con due distinte emissioni di voce.

1. Due vocali accostate che si pronunciano con due distinte emissioni di voce costituiscono lo iato.

Lo iato da origine a due sillabe e per ciò dividerai le parole citate così:

cir- cu - i- to, dru - i- do, flu - i- do, fu-i,

ar - pi- a, mo -i- na, bu - e, pa- u - ra;

be - a -to, ma-e-stro, be-o-ne, po- e- ta

La vocale i nell'interno di una parola fra due altre vocali (baia, buio, aiuola), fa sillaba con la vocale o le vocali seguenti, perciò: ba-ia, bu-io, aiuo-la

TRITTONGO

Considera infine le parole:

buoi, guai, miei, picciuolo.

I gruppi segnalati di tre vocali li hai pronunciati con una sola emissione di voce.

1. Tre vocali che si pronunciano con una sola emissione di voce formano un trittongo.

2. Il trittongo è indivisibile e perciò le parole considerate si divideranno così:

buoi, guai, mie, pic-ciuo-lo.

Il trittongo iuo tende a ridursi nel dittongo io.

Così invece di dire boscaiuolo dirai più speditamente boscaiolo.

Prossima lezione

Esercizi su 'Dittongo - iato - trittongo'



Tutte le lezioni

Morfologia

Grammatica italiana

Unità 3
L'aggettivo qualificativo
L'aggettivo determinativo
Formazione del genere e del numero
L'accordo dell'aggettivo
Gli aggettivi sostantivati e gli aggettivi dei colori
Participi- aggettivi
I gradi dell'aggettivo
Forme alterate degli aggettivi
Aggettivi composti e derivati
Il posto dell'aggettivo qualificativo
Gli aggettivi determinativi (o indicativi)
Aggettivi possessivi
Possessivo "altrui" e "proprio"
L'aggettivo possessivo e l'uso dell'articolo
Il posto dell'aggettivo possessivo
Quando non si usa l'aggettivo possessivo
Gli aggettivi dimostrativi
Gli aggettivi indefiniti
Gli aggettivi interrogativi
Gli aggettivi numerali
L'analisi grammaticale dell'aggettivo

Unità 4
Il verbo
Verbi predicativi, copulativi, servili
Verbi transitivi e intransitivi
Forma attiva e forma passiva
Forma riflessiva
La coniugazione del verbo
Modo indicativo
Modo congiuntivo
Modo condizionale
Modo imperativo
I modi indefiniti
Le tre coniugazioni
I verbi ausiliari
Le coniugazioni regolari
Particolari coniugazioni
Coniugazione del verbo intransitivo
Coniugazione di forma passiva e riflessiva
Verbi impersonali
Verbi difettivi e verbi sovrabbondanti
Verbi servili, causativi, e aspettuali
Analisi grammaticale dei verbi

Unità 5
L'avverbio
L'analisi grammaticale dell'avverbio

Unità 6
La preposizione
L'analisi grammaticale delle preposizioni

Unità 7
La congiunzione
L'analisi grammaticale della congiunzione

Unità 8
L'interiezione, analisi grammaticale dell'interiezione

Unità 10
Il nome
Il genere dei nomi (maschile/femminile)
La formazione del femminile
Il numero del nome - singolare /plurale
I nomi difettivi e sovrabbondanti
Analisi grammaticale del nome

Unità 12
L'articolo
L'articolo determinativo
L'articolo indeterminativo
L'articolo partitivo
Analisi grammaticale dell'articolo

Unità 13
Le parti del discorso e l'analisi grammaticale

Unità 14
Il pronome
Il pronome sé
Distinzione tra aggettivo e pronome
Pronomi possessivi
Pronomi dimostrativi
Pronomi indefiniti
Pronomi relativi
Analisi grammaticale del pronome

Lezioni online

Hai un compito e vuoi una mano nel prepararti al meglio? Scopri come ripassare con i nostri insegnanti

Lezioni su Skype  

Statistiche
imagealt

Nel pannello ogni utente può con facilità controllare tutti i punti che hai ottienuto negli gli esercizi.

Ogni grafico riesce a mostrarti cosa ancora devi fare ma anche quanto già hai fatto!

Vai alla mia dashboard  

Forum
Altre materie