Il plurale dei nomi si forma secondo numerose regole grammaticali, cioè mediante il cambiamento della desinenza del singolare.

Il numero del nome - singolare /plurale

I nomi possono essere usati al numero singolare o al numero plurale.

Il singolare si riferisce ad una sola persona, ad una sola cosa, ad un solo animale,

il plurale si riferisce a due o più persone, a due o più cose a due o più animali:

singolare

plurale

Cas -a

una singola casa

Cas -e

più case

libr -o

un singolo libro

Libr-i

più libri

can-e

can-i

 LA FORMAZIONE DEL PLURALE

Anche per la formazione del plurale le regole vengono dalla pratica, ma e meglio sapere che:

tutti i nomi maschili o femminili, che sono monosillabi, o che al singolare terminano in vocale accentata, -o in -i, o in consonante (nomi di origine straniera) rimangono inalterati al plurale, sono cioè INVARIABILI

singolare

plurale

Il re

i re

la città

le città

la virtù

le virtù

la crisi

le crisi

lo sport

gli sport

Osserviamo adesso le regole per la formazione del plurale, distinguendo (per comodità) tre classi dei nomi variabili nel numero, riferendoci alle desinenze del singolare.

I classe nomi in -a, II classe nomi in -o, III classe nomi in -e

nomi in -a

i nomi femminili che al singolare terminano in -a prendono la desinenza in -e

i nomi maschili che al singolare terminano in -a prendono la desinenza -i

 

singolare

plurale

 

sorella

sorelle

Femminili

gallina

galline

 

pianta

piante

 

poeta

poeti

Maschili

problema

problemi

 

profeta

profeti

II -o il plurale cambiando, di regola, in -i la vocale finale:

L' albero

Gli alberi

Il pallone

I palloni

Il tavolo

I tavoli

Il muro

I muri

Il cane

I cani

Il fiume

I fiumi

Il letto

I letti

da -e plurale -i

La canzone

Le canzoni

La nube

Le nubi

La colazione

Le colazioni

L' arte

Le arti

La stagione

Le stagioni

La notte

Le notti

La stazione

Le stazioni

La nave

Le navi

L' estate

Le estati

Casi particolari di formazione del plurale

I nomi femminili che finiscono in -ca formano il plurale in -che:

La domenica

Le domeniche

La discoteca

Le discoteche

La bocca

Le bocche

La bistecca

Le bistecche

La banca

Le banche

La musica

(Le) musiche

La giacca

Le giacche

La politica

Le politiche

La repubblica

Le repubbliche

L'amica

Le amiche

nomi in -co

Il fuoco

I fuochi

Il gioco

I giochi

Il parco

i parchi

Il palco

I palchi

noni in -e / -ga:

in -chi e -ghi se sono maschili:

il monarca – i monarchi

in che e in -ghe se sono femminili:

la nuca – le nuche; la strega – le streghe

Eccezioni: belga (= abitante del Belgio) fa belgi al maschile e belghe al femminile.

I nomi che finiscono in -cia e -gia che si pronunciano con l’accento sulla -i (allergìa, farmacìa) formano il plurale in -cie e -gie:

farmacia-farmacie; allergia – allergie

I nomi che finiscono in -cia e -gia (senza l’accento sulla -i) formano il plurale:

a) in -cie e -gie se tali sillabe sono precedute da una vocale:

camicia – camicie; valigia – valigie

b) in ce o ge se tali sillabe sono precedute da una consonante:

provincia – province; freccia – frecce

La distinzione tra i plurali in -cie, -gie e quelli in -ce, -ge è solo ortografica: la -i non si pronuncia in parole come -camicie- o -valigie.

I nomi in -co e -go formano il plurale in -chi e -ghi se hanno l’accento sulla penultima sillaba (parole piane):

fuoco - fuochi; falco – falchi;

albergo - alberghi luogo – luoghi

Eccezioni: amico-amici; nemico-nemici; greco-greci; porco-porci.

I nomi in -co e -go formano il plurale in -ci e -gi se hanno l’accento sulla terzultima sillaba:

medico-medici; asparago-asparagi

Eccezioni: incarico-incarichi; obbligo-obblighi; carico-carichi;

Ci sono molte eccezioni, alcune regole possono essere utili:

i nomi in -fugo hanno sempre il plurale in -ghi (profugo-profughi);

i nomi in -logo che si riferiscono a persone (biologo, cardiologo, teologo) hanno il plurale in -gi;

mentre quelli che si riferiscono a cose (catalogo, dialogo, prologo) hanno il plurale in -ghi.

I nomi in -io (senza l’accento sulla -i) perdono la -i del tema e conservano solo quello della desinenza:

viaggio-viaggi; figlio-figli; bacio-baci

Eccezioni: "tempio" al plurale fa "templi".

I nomi in -io fanno il plurale in -i, ma se hanno la -i accentata formano il plurale in -ii:

zio-zii; addio-adii; pendio-pendii.

Eccezioni: "dio" al plurale fa "dei".

Alcuni nomi in -o al plurale diventano femminili e prendono la desinenza -a:

il centinaio

le centinaia

il migliaio

le migliaia

il miglio

le miglia

l’uovo

le uova

il riso (il ridere)

le risa

il paio

le paia

l’osso

le ossa

Prossima lezione

Esercizi su 'Il numero del nome - singolare /plurale'



Tutte le lezioni

Morfologia

Grammatica italiana

Unità 3
L'aggettivo qualificativo
L'aggettivo determinativo
Formazione del genere e del numero
L'accordo dell'aggettivo
Gli aggettivi sostantivati e gli aggettivi dei colori
Participi- aggettivi
I gradi dell'aggettivo
Forme alterate degli aggettivi
Aggettivi composti e derivati
Il posto dell'aggettivo qualificativo
Gli aggettivi determinativi (o indicativi)
Aggettivi possessivi
Possessivo "altrui" e "proprio"
L'aggettivo possessivo e l'uso dell'articolo
Il posto dell'aggettivo possessivo
Quando non si usa l'aggettivo possessivo
Gli aggettivi dimostrativi
Gli aggettivi indefiniti
Gli aggettivi interrogativi
Gli aggettivi numerali
L'analisi grammaticale dell'aggettivo

Unità 4
Il verbo
Verbi predicativi, copulativi, servili
Verbi transitivi e intransitivi
Forma attiva e forma passiva
Forma riflessiva
La coniugazione del verbo
Modo indicativo
Modo congiuntivo
Modo condizionale
Modo imperativo
I modi indefiniti
Le tre coniugazioni
I verbi ausiliari
Le coniugazioni regolari
Particolari coniugazioni
Coniugazione del verbo intransitivo
Coniugazione di forma passiva e riflessiva
Verbi impersonali
Verbi difettivi e verbi sovrabbondanti
Verbi servili, causativi, e aspettuali
Analisi grammaticale dei verbi

Unità 5
L'avverbio
L'analisi grammaticale dell'avverbio

Unità 6
La preposizione
L'analisi grammaticale delle preposizioni

Unità 7
La congiunzione
L'analisi grammaticale della congiunzione

Unità 8
L'interiezione, analisi grammaticale dell'interiezione

Unità 10
Il nome
Il genere dei nomi (maschile/femminile)
La formazione del femminile
Il numero del nome - singolare /plurale
I nomi difettivi e sovrabbondanti
Analisi grammaticale del nome

Unità 12
L'articolo
L'articolo determinativo
L'articolo indeterminativo
L'articolo partitivo
Analisi grammaticale dell'articolo

Unità 13
Le parti del discorso e l'analisi grammaticale

Unità 14
Il pronome
Il pronome sé
Distinzione tra aggettivo e pronome
Pronomi possessivi
Pronomi dimostrativi
Pronomi indefiniti
Pronomi relativi
Analisi grammaticale del pronome

Lezioni online

Hai un compito e vuoi una mano nel prepararti al meglio? Scopri come ripassare con i nostri insegnanti

Lezioni su Skype  

Statistiche
imagealt

Nel pannello ogni utente può con facilità controllare tutti i punti che hai ottienuto negli gli esercizi.

Ogni grafico riesce a mostrarti cosa ancora devi fare ma anche quanto già hai fatto!

Vai alla mia dashboard  

Forum
Altre materie