Il predicato e il soggetto sono elementi indispensabili nella frase semplice, e quindi non dovrebbero mai mancare.  A volte, però, il predicato non c'è, o meglio, è inespresso, quindi sottinteso.

"Vuoi un biscottino o un cioccolatino?"   " Un cioccolatino".

Nella frase un cioccolatino, il verbo voglio è sottinteso.

La frase nominale

la frase nominale buongiorno

Buongiorno!

Le frasi nominali sono frasi complete, nelle quali il predicato è sottinteso.Questo può verificarsi quando :

a)  il predicato è ricavabile dal contesto, come ad esempio nelle risposte:

- Vai al parco o a casa? →  A casa (sottinteso vado)

b) nelle espressioni di saluto e negli ordini:

Buonasera (sottinteso ti auguro)

Zitto (sottinteso stai )

c) nei titoli dei giornali

Gli italiani alle urne. (sottinteso vanno)

Ad ovest niente di nuovo (sottinteso non succede)

d) nella pubblicità

Gled Pot Pourri: il respiro naturale della tua cas. (sottinteso è)

 
c) i cartelli che danno varie informazioni:
 

"Attenti al cane"       "Divieto di transito"       "Strada bagnata"

 
La frase senza predicato, fatta cioè solo di nomi o gruppi nominali si chiama frase nominale.

Lo stile nominale.

Si tende a formulare messaggi sempre più sintetici e incisivi, eliminando da discorso tutti quegli elementi che possono essere dedotti dal contesto, testuale o non. Per i nomi questa tendenza ha dato origine ad una nuova serie di costrutti: seduta fiume, reparto bambino, ecc. ottenuti mediante il mantenimento di due elementi estremi e la soppressione degli elementi intermedi: seduta-fiume  (lunga come il corso di un); reparto- bambini (riservato ai bambini).

Invece per quanto riguarda il testo, questo uso linguistico ha sviluppato un tipo di costruzione nella quale vengono eliminati dalla frase i predicati, mentre la frase stessa si trasforma in una serie di nomi (sostantivi e aggettivi) semplicemente accostatati:

Da oggi l’aumento del I.V.A.

Nebbia a Torino: aerei dirottati a Genova.

Questo costrutto si chiama nominalizzazione, una trasformazione per cui una frase composta di gruppo nominale + gruppo verbale ( GN+GV) si muta in una frase di solo GN, cioè in una frase nominale.

Questo è il meccanismo per comprendere come è avvenuta la trasformazione:

Da oggi (scatta) l’aumento dell’I.V.A

A Torino (c’è) nebbia, gli aerei (sono) dirottati a Genova./

È un modo di costruire frasi tipico dei giornali e della pubblicità, che, in questa forma condensata ha un impatto molto più forte sul destinatario.

 
 
 
    
 

Paragrafi letti

    
0%
       Salva

  Esercizi su: 'La frase nominale'

  Approfondimenti su: 'La frase nominale'

147    147    Lezione in pdf su 'La frase nominale'
0%
 

Statistiche

Nel pannello personale, ogni utente può facilmente tenere traccia di tutti i punti ottenuti negli esercizi. I grafici mostrano in modo chiaro le attività ancora da completare e quanto hai già realizzato!


Vai alla mia dashboard  
Forum
Altre materie