Se è importante conoscere quale persona compie un'azione,altrettanto importante è conoscere il tempo in cui l'azione è accaduta; o meglio se accade nel presente, mentre si parla, oppure se è accaduta nel passato, o se accadrà nel futuro. Le varie forme che assume il verbo per indicare il momento in cui accade l'azione si chiamano  tempi.

I tempi principali del verbo sono tre: il presente, il passato, e il futuro.

Il presente si esprime in una sola maniera (leggo) ,ci sono invece cinque tipi di passato (leggevo, lessi, ho letto, ebbi letto, avevo letto) e due tipi di futuro; in totale ci sono nella lingua italiana ben otto tempi a disposizione per descrivere il momento dell'azione.

Il tempo

Le desinenze dei verbi, oltre a indicare la persona e il numero, servono anche a collocare l’azione o la situazione nel tempo.

Ogni azione o situazione può essere rispetto, al momento della comunicazione, cioè nel momento in cui la persona la enuncia, contemporanea: io ascolto (adesso); anteriore: io ascoltavo (ieri); posteriore: io ascolterò (domani). Si hanno così tre tempi fondamentali, e cioè presente, passato e futuro.

  • tempo presente:

Giulio suona.

  • tempo passato:

Giulio suonava→ imperfetto

Giulio ha suonato → passato prossimo

Giulio suonò →passato remoto

Giulio aveva suonato →trapassato prossimo

Giulio ebbe suonato →trapassato remoto

  • tempo futuro:

Giulio suonerà →futuro semplice

Giulio avrà suonato → futuro anteriore

Gli esempi sono tutti all'indicativo, ma anche gli  altri modi possono presentare tempi diversi.

Nella coniugazione si distinguono tempi semplici e tempi composti:

  • i tempi semplici sono formati da una sola parola, formata dalla radice del verbo cui vengono aggiunte le desinenze:

amo, leggevate, parleremmo

  • i tempi composti sono formati dall’ausiliare essere o avere, che indica il modo, il tempo e la persona e il numero, e dal participio passato del verbo, il quale può a volte segnalare anche il numero e il genere del soggetto:

sono arrivato

avreste letto

fossero andate

erano arrivati

I tempi dell’indicativo sono otto:

  • presente, imperfetto, passato prossimo, passato remoto, trapassato prossimo, trapassato remoto, futuro semplice, futuro anteriore.

I tempi del congiuntivo sono quattro:

  • presente, imperfetto, passato, trapassato.

Il condizionale ha due tempi:

  • presente, passato

l’imperativo ha solo un tempo:

  • presente

l’infinito, il participio e il gerundio hanno due tempi:

  • presente e passato

Paragrafi letti

    
0%
       Salva

  Esercizi su: 'Verbo: i tempi del verbo'

  Approfondimenti su: 'Verbo: i tempi del verbo'


Statistiche

Nel pannello personale, ogni utente può facilmente tenere traccia di tutti i punti ottenuti negli esercizi. I grafici mostrano in modo chiaro le attività ancora da completare e quanto hai già realizzato!


Vai alla mia dashboard  
Forum
Altre materie