I pronomi relativi doppi corrispondono all’unione di un pronome dimostrativo, di un pronome indefinito, di un aggettivo dimostrativo o di un aggettivo indefinito con un pronome relativo:

chi: Chi è interessato a partecipare alla visita guidata deve scrivere il proprio nome nella lista. (significa “le persone che”,“coloro che”, “quelli che”)

chiunque: Chiunque può intervenire alla discussione. (significa “tutte le persone che”, “tutti quelli che”)

ovunque: Ovunque andrai io ti seguirò.(significa “in qualsiasi luogo”)

quanti: Alzino la mano quanti vogliono venire in pizzeria stasera.(significa “tutti/e coloro che, tutte le persone che)

Chiunque (= tutti/e quelli/e che, qualunque persona che)

 Pronomi doppi o misti

Molti simili ai pronomi relativi sono i pronomi doppi o misti: chi, chiunque, quando, quanti (quante) . Sono simili in quanto anch'essi connettono due proposizioni, una subordinata all'altra; sono però diversi in quanto essi vengono fusi in un' unica forma due pronomi, il pronome relativo e un altro pronome dimostrativo o indefinito.

La loro funzione è, quella di connettere due proposizioni: la reggente, introdotta dal pronome dimostrativo o indefinito, e la dipendente, retta dal relativo. Per comprendere bene il rapporto tra reggente e dipendente può essere utile scomporre il pronome doppio; proviamo a farlo con la seguente frase:

Chi mangia tutta minestra avrà un premio.

corrisponde a: colui (pronome dimostrativo) che (pronome relativo) mangia tutta la minestra avrà un premio;  in cui colui avrà un premio è la proposizione reggente e che mangia tutta la minestra è la proposizione subordinata relativa.

Chiunque lo desidera può andarsene.

corrisponde a: Qualunque persona (aggettivo indefinito e nome ) che ( pronome relativo ) lo desidera può andarsene.

in cui qualunque  persona può andarsene è la proposizione reggete e che lo desidera è la subordinata relativa.

I pronomi doppi hanno sempre, all'interno della frase in cui si trovano, due distinte funzioni logiche. Il caso più frequente è quello in cui il pronome è soggetto nella relativa e soggetto, complemento oggetto o complemento indiretto nella reggente. È però anche possibile che il pronome sia oggetto nella relativa e soggetto, complemento oggetto o complemento indiretto nella reggente. Altre possibilità sono rare.

È facile amare chi ci ama,

dove chi è oggetto nella reggente e soggetto nella relativa;

Assume soltanto chi gli propone il direttore,

dove chi è oggetto nella reggente e oggetto nella relativa;

Darò l'invito a chiunque lo chiederà,

dove chiunque è complemento indiretto ( di termine ) nella reggente e soggetto nella relativa.

  • Chi

Il chi ha valore di “colui”, cioè partecipa del pronome dimostrativo (colui) e dal pronome relativo (che) è quindi un pronome misto dimostrativo- relativo.

I pronomi misti hanno valore di due pronomi uno dei quali è sempre relativo: perciò essi congiungono due proposizione.

Chi = colui che, colei che, quello che, quella che (talvolta in frasi interrogative o negli incisi, può significare se uno, se qualcuno)

Chi arriva primo avrà dieci biglietti per il cinema.

 

Chi (se uno) volesse uscire potrebbe farlo?

Se chi significa uno che, uno il quale, è pronome indefinito- relativo

 

Sta' tranquillo. C'è chi (uno che) lo capirà.

  • Chiunque : è un pronome indefinito – relativo se ha valore di ognuno il quale, qualunque persona che: in tal caso congiunge due proposizioni:

            

Può uscire chiunque ( ognuno il quale ) lo desideri.

Se chiunque è usato come pronome indefinito, vale “ qualunque persona, ognuno:

Chiunque può farlo.

Checché, qualunque cosa che, qualsiasi cosa che, è un pronome indefinito- relativo; ma oggi è raro ed è sostituito qualunque cosa che .

Ci andrò, checché lui ne pensi.

  • Quanto:

  è un pronome indefinito – relativo, se vale tutto quello che, in tal caso congiunge due proposizioni

Ricordiamoci sempre quanto Leonardo ha fatto per l'arte.

Quanti -quante: tutti quelli che: è pronome indefinito – relativo :

Ne portò via quanti ne poté.

Il giro sulla giostra è permesso a quanti siano in possesso del certificato medico.

Riassumendo:

Pronomi relativi, sono quelli che indicano il nome di cui fanno le veci e mettono in relazione fra loro, cioè congiungono, due proposizione: ecco il libro che ti ho promesso.

Pronomi misti: sono quelli che partecipano del pronome relativo e dimostrativo insieme, o relativo e indefinito es: Chi la fa, l'aspetti : chi= colui il quale. Quanto dici non mi va: quanto = quello che.

Prossima lezione

Esercizi su 'Pronomi doppi'



Tutte le lezioni

morfologia

Grammatica italiana


Unità 3
La struttura dell'italiano

Unità 4
Il verbo
Verbi predicativi e verbi copulativi
Verbi transitivi e verbi intransitivi
I verbi: persona e numero
Verbo: i tempi del verbo
I modi del verbo
L'aspetto
La forma del verbo: attiva, passiva, riflessiva
La forma riflessiva
Forma riflessiva apparente
Forma riflessiva reciproca
Verbi riflessivi pronominali
Verbi impersonali
Verbi ausiliari
Verbi ausiliari essere ed avere
Verbi servili
Verbi aspettuali e verbi causativi
La coniugazione
Verbi difettivi
Verbi sovrabbondanti

Unità 5
Verbo: i modi finiti
L'indicativo e i suoi tempi
Il presente
Futuro semplice e futuro anteriore
L' imperfetto
Il passato prossimo e passato remoto
Il trapassato prossimo e il trapassato remoto
Congiuntivo e i suoi tempi
Condizionale e i suoi tempi
Imperativo

Unità 6
Verbo: i modi indefiniti
Infinito e i suoi tempi
Participio e i suoi tempi
Gerundio e i suoi tempi
Verbo analisi grammaticale
Il verbo in sintesi

Unità 7
Il nome
Il nome comune, nome proprio, nome collettivo
Primitivi, derivati,alterati,composti
Il nome genere
Formazione del plurale
Nomi invariabili
Nomi difettivi
Nomi sovrabbondanti
Nomi composti
Nomi invariabile
Nomi difettivi
Nome,analisi grammaticale
Il nome in breve

Unità 8
L'articolo
L'articolo determinativo
Articolo indeterminativo
Articolo partitivo
Analisi grammaticale
L'articolo in breve

Unità 9
L'aggettivo
Funzione dell'aggettivo
La posizione dell'aggettivo
Struttura dell'aggettivo
Genere e numero
Concordanza dell'aggettivo
Aggettivi sostantivati
Gradi dell'aggettivo qualificativo
Grado superlativo

Unità 10
Comparativi e superlativi organici
Aggettivi determinativi
Aggettivi possessivi
Aggettivi dimostrativi
Aggettivi identificativi
Aggettivi indefiniti
Aggettivi interrogativi ed escamativi
Aggettivi numerali cardinali
Aggettivi numerali ordinali
Analisi grammaticale dell'aggettivo
L'aggettivo in breve

Unità 11
Il pronome
Il pronome e il testo
Pronomi personali
Pronomi personali soggetto
Pronomi personali complemento
Pronomi riflessivi
Pronomi allocutivi di cortesia
Pronomi possessivi
Pronomi dimostrativi e identificativi
Pronomi indefiniti
Pronomi relativi
Pronomi relativi invariabili
Pronomi relativi variabili
Pronomi doppi
Pronomi esclamativi
Analisi grammaticale del pronome
Pronomi in breve

Unità 12
L'avverbio
La formazione dell'avverbio
Tipi di avverbi
I gradi dell'avverbio
La posizione dell'avverbio
Analisi grammaticale dell'avverbio
Avverbio in breve

Unità 13
La preposizione
Funzione della preposizione
Preposizione proprie
Preposizioni proprie e i complementi
Locuzioni preposizionali
Analisi grammaticale della preposizione
Preposizione in breve

Unità 14
La congiunzione
Vari tipi di congiunzione
Congiunzioni coordinative
Congiunzione subordinative
La congiunzione che
Congiunzioni e preposizioni
Congiunzioni e avverbi
Analisi grammaticale
La congiunzione in breve

Unità 15
L'interiezione
Analisi grammaticale
Interiezione in breve

Unità 16
Le onomatopee
Forum
Altre materie
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.