0 Points 


l'avverbio in breve

L' avverbio è la parte invariabile del discorso che si aggiunge ad un verbo, un aggettivo, a un nome o un altro avverbio per modificarlo.
In base al significato si dividono in: qualificativi (bene, male, onestamente) avverbi determinativi (di luogo,di tempo,di qualità,di valutazione, interrogativi).



Mostra indice

Indice


L’avverbio in breve

L’avverbio (o modificante) è quella parte invariabile del discorso che si aggiunge a un verbo, a un aggettivo, a un nome, a un altro avverbio o a  un’intera frase per precisarne o modificarne il significato.

  •  Le locuzioni avverbiali sono gruppi di parole che vengono usati come frasi fatte e che svolgono la funzione di avverbi.
  • Gli avverbi, in base al loro significato, si suddividono in:

a) avverbi di modo o qualificativi: indicano il modo in cui si svolge l’azione espressa dal verbo, oppure aggiungono una nota qualificativa a un aggettivo o a un altro avverbio:

onestamente, ansiosamente, gattoni, carponi, tastoni, chiaro, forte, piano, giusto, bene, male, così, come, volentieri...

b) locuzioni avverbiali di modo:

pian piano, alla buona, di corsa, in particolare, a tu per tu...

c) avverbi di tempo:indicano la circostanza, il tempo, il momento in cui si svolge un’azione o si verifica un fatto: 

oggi, ieri, domani, sempre, mai, spesso, dopo, presto, tardi...

d) locuzioni avverbiali di tempo:

poco fa, di recente, un tempo, d’ora in poi, la prossima volta...

e) avverbi di luogo:indicano il luogo in cui si svolge un’azione o dove si trova qualcuno o qualcosa:

lì, là, qui, qua, laggiù, lassù, vicino, lontano...

f) locuzioni avverbiali di luogo:

di qui, di qua, di là, di su, all’indietro, a destra, nei dintorni...

g) avverbi di quantità:indicano una quantità non precisata, riferita sia a un verbo, un aggettivo, sia a un altro avverbio:

poco, alquanto, parecchio, tanto, molto, meno, troppo, abbastanza...

h) locuzioni avverbiali di quantità:

più o meno, all’incirca, fin troppo, del tutto, a bizzeffe...

i) avverbi di affermazione, negazione, dubbio (o avverbi valutativi) affermano, negano o mettono in dubbio qualcosa:

sì, certo, proprio,sicuramente...; no, non, neppure...; forse, quasi, circa...

locuzioni avverbiali di affermazione, negazione, dubbio:

di certo, senza dubbio...; neanche per idea, per niente...; quasi quasi,caso mai...

l) avverbi interrogativi ed esclamativi: gli avverbi interrogativi servono a introdurre una domanda diretta:

quando? perché? dove? come? quanto? donde?

l) Locuzioni avverbiali interrogative:

come mai? da quando? per quando?...

molti avverbi interrogativi possono essere usati anche come avverbi esclamativi:

come! quanto! dove!

l) esiste un solo avverbio presentativo:

ecco. Serve a mostrare, annunciare, “presentare” un fatto, un evento, qualcuno, qualcosa.

Alcuni avverbi possono avere forme alterate:

bene benino, benone; male malino, maluccio, malaccio; poco pochino, pochetto, pochettino.

m) Molti avverbi possono avere, oltre al grado positivo, il grado comparativo (di maggioranza, di minoranza, di uguaglianza) e il grado superlativo

(relativo e assoluto):

tardi, più tardi, meno tardi, tardi come, il più tardi, tardissimo o molto tardi.

Prossima lezione


Esercizi su Avverbio in breve







Forum
Altre materie
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.