Se è importante conoscere quale persona compie un'azione,altrettanto importante è conoscere il tempo in cui l'azione è accaduta; o meglio se accade nel presente, mentre si parla, oppure se è accaduta nel passato, o se accadrà nel futuro. Le varie forme che assume il verbo per indicare il momento in cui accade l'azione si chiamano  tempi.

I tempi principali del verbo sono tre: il presente, il passato, e il futuro.

Il presente si esprime in una sola maniera (leggo) ,ci sono invece cinque tipi di passato (leggevo, lessi, ho letto, ebbi letto, avevo letto) e due tipi di futuro; in totale ci sono nella lingua italiana ben otto tempi a disposizione per descrivere il momento dell'azione.

Il tempo

il tempo

Le desinenze dei verbi, oltre ad indicare la persona e il numero, servono anche a collocare l’azione o la situazione nel tempo.

Ogni azione o situazione può essere rispetto, al momento della comunicazione, cioè nel momento in cui la persona la enuncia, contemporanea: io ascolto (adesso); anteriore : io ascoltavo (ieri); posteriore: io ascolterò (domani). Si hanno così tre tempi fondamentali, e cioè presente, passato e futuro.

  • tempo presente:

Giulio ride.

  • tempo passato:

Giulio rideva→ imperfetto

Giulio ha riso → passato prossimo

Giulio rise →passato remoto

Giulio aveva riso →trapassato prossimo

Giulio ebbe riso →trapassato remoto

  • tempo futuro:

Giulio riderà →futuro semplice

Giulio avrà riso → futuro anteriore

Gli esempi sono tutti all'indicativo, ma anche gli  altri modi possono presentare tempi diversi.

Nella coniugazione si distinguono tempi semplici e tempi composti:

  • i tempi semplici sono formati da una sola parola, formata dalla radice del verbo cui vengono aggiunte le desinenze:

amo, leggevate, parleremmo

  • i tempi composti sono formati dall’ausiliare essere o avere, che indica il modo, il tempo e la persona e il numero, e dal participio passato del verbo, il quale può a volte segnalare anche il numero e il genere del soggetto:

sono arrivato

avreste letto

fossero andate

erano arrivati

I tempi dell’indicativo sono otto:

  • presente, imperfetto, passato prossimo, passato remoto, trapassato prossimo,trapassato remoto, futuro semplice, futuro anteriore.

I tempi del congiuntivo sono quattro:

  • presente, imperfetto, passato, trapassato.

Il condizionale ha due tempi:

  • presente, passato

l’imperativo ha solo un tempo:

  • presente

l’infinito, il participio e il gerundio hanno due tempi:

  • presente e passato

Prossima lezione

Esercizi su 'Verbo: i tempi del verbo'



Tutte le lezioni

morfologia

Grammatica italiana


Unità 3
La struttura dell'italiano

Unità 4
Il verbo
Verbi predicativi e verbi copulativi
Verbi transitivi e verbi intransitivi
I verbi: persona e numero
Verbo: i tempi del verbo
I modi del verbo
L'aspetto
La forma del verbo: attiva, passiva, riflessiva
La forma riflessiva
Forma riflessiva apparente
Forma riflessiva reciproca
Verbi riflessivi pronominali
Verbi impersonali
Verbi ausiliari
Verbi ausiliari essere ed avere
Verbi servili
Verbi aspettuali e verbi causativi
La coniugazione
Verbi difettivi
Verbi sovrabbondanti

Unità 5
Verbo: i modi finiti
L'indicativo e i suoi tempi
Il presente
Futuro semplice e futuro anteriore
L' imperfetto
Il passato prossimo e passato remoto
Il trapassato prossimo e il trapassato remoto
Congiuntivo e i suoi tempi
Condizionale e i suoi tempi
Imperativo

Unità 6
Verbo: i modi indefiniti
Infinito e i suoi tempi
Participio e i suoi tempi
Gerundio e i suoi tempi
Verbo analisi grammaticale
Il verbo in sintesi

Unità 7
Il nome
Il nome comune, nome proprio, nome collettivo
Primitivi, derivati,alterati,composti
Il nome genere
Formazione del plurale
Nomi invariabili
Nomi difettivi
Nomi sovrabbondanti
Nomi composti
Nomi invariabile
Nomi difettivi
Nome,analisi grammaticale
Il nome in breve

Unità 8
L'articolo
L'articolo determinativo
Articolo indeterminativo
Articolo partitivo
Analisi grammaticale
L'articolo in breve

Unità 9
L'aggettivo
Funzione dell'aggettivo
La posizione dell'aggettivo
Struttura dell'aggettivo
Genere e numero
Concordanza dell'aggettivo
Aggettivi sostantivati
Gradi dell'aggettivo qualificativo
Grado superlativo

Unità 10
Comparativi e superlativi organici
Aggettivi determinativi
Aggettivi possessivi
Aggettivi dimostrativi
Aggettivi identificativi
Aggettivi indefiniti
Aggettivi interrogativi ed escamativi
Aggettivi numerali cardinali
Aggettivi numerali ordinali
Analisi grammaticale dell'aggettivo
L'aggettivo in breve

Unità 11
Il pronome
Il pronome e il testo
Pronomi personali
Pronomi personali soggetto
Pronomi personali complemento
Pronomi riflessivi
Pronomi allocutivi di cortesia
Pronomi possessivi
Pronomi dimostrativi e identificativi
Pronomi indefiniti
Pronomi relativi
Pronomi relativi invariabili
Pronomi relativi variabili
Pronomi doppi
Pronomi esclamativi
Analisi grammaticale del pronome
Pronomi in breve

Unità 12
L'avverbio
La formazione dell'avverbio
Tipi di avverbi
I gradi dell'avverbio
La posizione dell'avverbio
Analisi grammaticale dell'avverbio
Avverbio in breve

Unità 13
La preposizione
Funzione della preposizione
Preposizione proprie
Preposizioni proprie e i complementi
Locuzioni preposizionali
Analisi grammaticale della preposizione
Preposizione in breve

Unità 14
La congiunzione
Vari tipi di congiunzione
Congiunzioni coordinative
Congiunzione subordinative
La congiunzione che
Congiunzioni e preposizioni
Congiunzioni e avverbi
Analisi grammaticale
La congiunzione in breve

Unità 15
L'interiezione
Analisi grammaticale
Interiezione in breve

Unità 16
Le onomatopee
Forum
Altre materie
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.