La sillaba è un fonema o un gruppo di fonemi che viene pronunciata con una sola emissione di aria; cioè è la più piccola combinazione fonetica autonoma. La sillaba può essere formata da una vocale o da un dittongo posti all’inizio di una parola. Le sillabe che terminano con una vocale si dicono aperte o libere: ta-vo-li-no. Invece le sillabe che terminano con consonante si chiamano chiuse o implicate,

per esempio le prime due sillabe di in-vin-ci-bi-le.

Le parole con un’unica sillaba si chiamano monosillabi: sci, là, tu, re.

Quelle formate da più sillabe sono dette polisillabi, tra i polisillabi esistono i bisillabi (due sillabe), i trisillabi (tre sillabe), i quadrisillabi (quattro sillabe).

 

La sillaba

Quando pronunciamo la parola telèfono noi emettiamo quattro suoni diversi, e precisamente:

te–le-fo–no

Ognuno di questi suoi è una sillaba

La sillaba è un nome pronunciato con una sola emissione di voce. Rispetto al numero delle sillabe, i vocaboli possono essere:

  • monosillabi

una sillaba

di, per, con, che, già fra

  • bisillabi

due sillabe

ca–sa, por–to, quant–to, pre–sto

  • trisillabi

tre sillabe 

ca–te–na, stra–nie–ro, con–tra–da

  • quadrisillabi

quattro sillabe:

sa–lu–ta-re, con–ta–bi–le, con–traf–fat-to

  • polisillabi

cinque o più sillabe: 

in-di-vi–si–bi–le

 

Divisione della parola in sillabe

  Incontri di vocali

1) dittonghi e trittonghi: costituiscono una sola sillaba, perciò sono indivisibili:

fio – re,     scuo – la,    giuo – co.

2) iati: costituiscono due sillabe, perciò sono divisibili:

po – è – ta, pa – ù – ra, bù- e, vì -a.

 

  Incontri di consonanti

1) consonanti doppie: la prima appartiene alla sillaba che precede, la seconda a quella che segue.

can – na,   tor – re,     taz – za,    sec – co

 

2) S impura: appartiene sempre alla sillaba che segue:

pa – sto, re – sta, mi – schia, a – stro, ri – splen – de

 

3) digrammi gl – gn – sc : sono sempre indivisibili:

fa -sce, ma – glia, pu – gno

 

4) altri gruppi di consonanti: restano uniti se possono stare anche all'inizio di una parola:

ve – tro ( trofeo), a – pro ( prova ), Te – cla (classe)

Si dividono se non possono stare all'inizio di una parola:

ar – te, col – po, sel – va, pon – te

5) Prefissi: costituiscono sillaba a sé. Si possono tuttavia seguire anche per i prefissi le regole generali.

as-por-ta-re oppure a-sport-ta-re

in-u-ti-le oppure i-nu-ti-le

Paragrafi letti

    
0%
       Salva

  Esercizi su: 'La sillaba'

  Approfondimenti su: 'La sillaba'

202    202    Lezione in pdf su 'La sillaba'
0%
 

Statistiche

Nel pannello personale, ogni utente può facilmente tenere traccia di tutti i punti ottenuti negli esercizi. I grafici mostrano in modo chiaro le attività ancora da completare e quanto hai già realizzato!


Vai alla mia dashboard  
Forum
Altre materie