In questa lezione: i nomi dal punto di vista semantico, analizzandoli cioè in base al loro significato, in questo senso si dividono in: nomi comuni, nomi propri, nomi concreti e astratti, nomi individuali e nomi collettivi, nomi numerabili e non numerabili.

concreto → anello, penna,

astratto →amore, coraggio,

comune →uomo, gatto,

proprio →  Laura , Roma,

collettivo →gruppo, gente.

Il nome: l'aspetto semantico

(nomi propri e nomi comuni - nomi concreti e nomi astratti)

Il nome viene anche chiamato sostantivo. Gli antichi grammatici definivano questa parte del discorso substantivum, volevano sottolineare la capacità del nome di indicare le varie sostanze. Questa terminologia è normalmente usata nei dizionari, nei quali sono presenti abbreviazioni come s.m (= sostantivo maschile), s,f.(sostantivo femminile) accanto ai nomi. Nell’insieme dei nomi, se riflettiamo sul significato, si possono fare alcune distinzioni.

  • I nomi propri, sono quelli che designano un individuo preciso, ben distinto, diverso da tutti gli altri simili a lui, spesso unico, essi vanno scritti con la lettera maiuscola.
  • I nomi comuni, invece, indicano l’insieme di un gruppo, la categoria (a cui appartengono gli individui che possiamo distinguere mediante vari nomi propri) e perciò indicano un individuo in modo generico. Ad esempio:



nome proprio                                                     nome comune

Maria           ------------------------------------------------→         donna

Fido             -------------------------------------------------→        cane   

La Scala       --------------------------------------------------→      teatro

Napoli          ---------------------------------------------------→       città

Po              ----------------------------------------------------→       fiume

Etruschi     -------------------------------------------------------→     popolo

Panda        -----------------------------------------------------→      automobile
 

  • A sua volta i nomi comuni possono essere:


a) concreti se indicano oggetti materiali e realtà fisiche, sono quelle entità che possono essere percepite dai nostri sensi:

libro, finestra, casa, balena, mare, mela, fiume, vento, sole, ecc.


b) astratti se indicano realtà non materiali, ma mentali; quelle che esistono cioè solo nella mente dell’uomo e non possono essere percepite dai nostri sensi, come i concetti, i sentimenti, le qualità, le proprietà e così via. Ad esempio:

la matematica, arte, intelligenza, sensibilità, libertà, idea, ecc.

Paragrafi letti

    
0%
       Salva

  Approfondimenti su: 'Il nome comune, nome proprio, nome collettivo'


Statistiche

Nel pannello personale, ogni utente può facilmente tenere traccia di tutti i punti ottenuti negli esercizi. I grafici mostrano in modo chiaro le attività ancora da completare e quanto hai già realizzato!


Vai alla mia dashboard  
Forum
Altre materie