In questa lezione: il grado superlativo. Il massimo grado, il grado super, è reso con il superlativo assoluto, che esprime il possesso della qualità al massimo livello.

Il superlativo si forma con i suffissi: -issimo, -a,-i,-e.

Il treno è comodissimo.

Grado superlativo

ggettivo-superlativo-grammatica-italiana

L'aggettivo è di grado superlativo quando indica che una determinata qualità è posseduta da qualcuno o da qualcosa al massimo grado. Il grado superlativo può essere relativo o assoluto.

1) Grado superlativo relativo: esprime il grado massimo o minimo di una qualità posseduta da qualcuno o qualcosa relativamente a un gruppo di persone e cose. Mentre il comparativo esprime un paragone solamente con un altro termine, il superlativo relativo si confronta con tutti i possibili termini omogenei. Si forma mettendo davanti all’aggettivo il più, il meno:


Francesco è il più alto della squadra.

Questo film è il meno entusiasmante di tutti quelli che ho visto.

Francesca è la più alta di tutti noi.


Daniela è la meno alta di tutti noi.

Prendiamo ad esempio le seguenti frasi:

Maria è la collega più gentile.

Maria è la più gentile di tutte.

Maria è la più gentile di tutte le colleghe.

Maria è la più gentile delle colleghe.

Maria è la più gentile tra (fra) le colleghe.

Negli esempi si vede  che il termine di riferimento, pur espresso in modo diverso, comprende tutti i membri della serie “ altre” ( più gentile di tutte, che sottintende di tutte le altre) o della serie “ colleghe”. Inoltre il termine di riferimento, se espresso, è introdotto dalla proposizione di (semplice o articolata) o, meno spesso, da tra o fra.

L'articolo determinativo davanti al nome o all'aggettivo differenzia il superlativo relativo dal comparativo di maggioranza o di minoranza:

 

Questo divano è più bello di quello.

= (comparativo di maggioranza)

 

Questo è il più bel divano che abbia mai visto.

  = (superlativo relativo)

2) Grado superlativo assoluto: quando l'aggettivo indica che una qualità è posseduta al massimo grado o in misura elevatissima indipendentemente da ogni confronto e da ogni termine di riferimento. Si forma per lo più con il suffisso – issimo(-a,-i,-e) aggiunto all'aggettivo di grado positivo privandolo della desinenza:

Francesca è altissima.

Una lezione noiosissima.

Delle strade lunghissime.

Alberi altissimi.

Un amico carissimo.

Il superlativo in -issimo può qualche volta essere usato con nomi,  comuni e propri:

Il campionissimo.

La finalissima

A questo uso ricorre anche la pubblicità con espressioni come: scontatissimi, occasionissima.

Il superlativo assoluto si ottiene anche:

1)  premettendo all'aggettivo di grado positivo un avverbio di quantità ( molto, assai) o un avverbio qualificativo (notevolmente, particolarmente ecc.)

 

Sono molto stanco.

 

Gli amici ti hanno trovato assai simpatico.

  

Era particolarmente adatta a quella parte.

2)  intensificando l'aggettivo mediante tutto oppure ripetendo due volte l'aggettivo di grado positivo:

  Era tutto concentrato nel suo lavoro.

 

Se ne stava zitto zitto.

 

Nella cesta c'è un gatto piccolo piccolo.

3)  utilizzando coppie di aggettivi in ordine fisso come:

stanco morto; nuovo fiammante; bagnato fradicio; pieno zeppo; vecchio decrepito,

4)  premettendo all'aggettivo di grado positivo dei prefissi quali arci-, sta-, sopra-, sovra-, extra-, ultra-, super-, iper- :

  del formaggio grana stravecchio;

Sono arcistufo delle tue lamentele.

 

Un treno sovraffollato.

Paragrafi letti

    
0%
       Salva

  Esercizi su: 'Grado superlativo'

  Approfondimenti su: 'Grado superlativo'


Statistiche

Nel pannello personale, ogni utente può facilmente tenere traccia di tutti i punti ottenuti negli esercizi. I grafici mostrano in modo chiaro le attività ancora da completare e quanto hai già realizzato!


Vai alla mia dashboard  
Forum
Altre materie