Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata (la pagina è ospitata su progettospartaco.it) e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

emittente e ricevente

Anche se tutti i segni trasmettono di per sé un'informazione, perché si possa avere una vera e propria comunicazione, è necessario che sussistano precise condizioni e che siano rispettate particolari regole. Gli studiosi hanno dimostrato che per aver una corretta comunicazione è necessario che ci siano sei elementi fondamentali e cioè: l'emittente: chi invia il messaggio; il ricevente: chi riceve il messaggio; il messaggio: ciò che si comunica; il referente: ciò di cui parla il messaggio; il codice: l'insieme dei segni nel quale è formato il messaggio; il canale: il mezzo attraverso il quale passa il messaggio. Solo se tutti e sei elementi sono presenti e interagiscono l'uno con l'altro si ha una comunicazione.

Spiegazione grammaticale

Emittente e ricevente

 

 

Ogni comunicazione avviene sempre tra due elementi o poli: un emittente che abbia un messaggio da inviare e che intende inviarlo e un ricevente ( o destinatario)  che lo riceve.

 

 

  Giovanni dice a Giacomo :  “Sono felice".

 

Giovanni dice a Giacomo sono felice

 

 

In questo esempio Giovanni è l' emittente cioè la persona che formula il messaggio, lo emette e lo invia a un destinatario (Giacomo). Il ricevente, o destinatario, è colui al quale  il messaggio è destinato.

 
 
La presenza di un emittente e di un ricevente è una condizione preliminare e necessaria perché si realizzi una comunicazione
 
 
Nella maggior parte delle comunicazioni, emittente e ricevente si scambiano continuamente di ruolo: il ricevente una volta ricevuto e compreso  il messaggio, diventa emittente di un nuovo messaggio, di conseguenza, l'emittente originario diventa ricevente e così via. Questo continuo scambio di ruoli, che è tipico del dialogo, del colloquio e della  discussione,  permette all'emittente di verificare subito se il messaggio è  stato capito o no.
 
 
Oltre che un emittente e un ricevente, ogni comunicazione ha sempre un contenuto. Il contenuto dell'informazione ( nell'esempio " sono felice") si chiama messaggio.
Un messaggio, in quanto elemento di comunicazione,fa sempre riferimento, esplicitamente o implicitamente, a una precisa situazione, un fatto, un oggetto reale o immaginario, uno stato d'animo, un concetto o un' idea. L'entità a cui il messaggio si riferisce ( implicitamente o esplicitamente) si chiama referente
 
 
 
 
 
Osserviamo i seguenti messaggi:
 
 
 
Attenzione! caduta massi.                         Per favore, chiudi la porta.
 
 

Il referente del primo messaggio è rappresentato dai massi, nel secondo invece è la porta.

 

* Attenzione!  caduta massi. 

 

 * Per favore chiudi la porta.





Esercizi di italiano su emittente e ricevente




Forum

In questa parte del sito puoi chiedere alla community e ai nostri insegnanti dubbi e perplessità trovati affrontando solo questa pagina. Se hai un dubbio diverso crea un nuovo 'topic' con il pulsante 'Fai una nuova domanda'.

Registrati per poter usare il forum di lagrammaticaitaliana.it. Prova, è gratis!

Lascia, per primo, un commento o domanda per la lezione di grammatica di inglese...





lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"


0 0 0