Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata (la pagina è ospitata su progettospartaco.it) e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

formazione dell'avverbio

Il numero maggiore di avverbi è dato da quelli modali che rispondono alle domande: in che modo? come ?

Non è possibile nominarli tutti, perché bisognerebbe citare tutti gli aggettivi qualificativi da cui derivano, che sono migliaia e migliaia. Infatti quasi con ogni aggettivo qualificativo si può fare un avverbio modale.

  • Il primo "modo" di formare un avverbio modale da un aggettivo qualificativo consiste nell'usare in maniera invariabile la sua forma maschile singolare:

camminavamo piano, correvate forte.

  • Il secondo modo consiste nell'aggiungere alla forma femminile dell'aggettivo il suffisso - mente : bassa → bassamente, alta → altamente, bella → bellamente.
  • Altri avverbi di maniera derivano invece da nomi e da verbi, alla cui radice viene aggiunto il suffisso -oni : dal verbo saltellare l'avverbio  saltelloni; dal nome bocca, bocconi.
  • Altri derivano dal latino, come bene, male, coi loro comparativi meglio, peggio e coi superlativi benissimo, malissimo.
  • Infine ci sono alcuni avverbi modali che non rientrano in nessuna delle categorie di cui sopra; sono adagio, insieme, apposta, invano, così.

Spiegazione grammaticale

Formazione dell'avverbio

Gli avverbi si distinguono in :

primitivi (o semplici), composti e derivati, vi sono poi le locuzioni avverbiali.

Avverbi primitivi o semplici hanno una forma autonoma, non derivata da altre parole ad esempio:

forse, qui, bene, male, oggi, ieri, subito, presto.

Avverbi composti sono, nella maggior parte dei casi, formati  da una sola parola (come gli avverbi primitivi )  in cui è però riconoscibile l'unione di due o più parole: ( già e mai), piuttosto ( più e tosto), al meno ( al e meno ), appena ( a e pena ), infine ( in e fine ), ormai ( or (a) e mai ), perlomeno ( anche per lo meno ), perlopiù ( anche per lo più ).

Avverbi derivati derivano da un'altra parola, si distinguono: gli aggettivi che formano il femminile singolare dell'aggettivo con l'aggiunta del suffisso mente.

  • la terminazione dell'aggettivo femminile è:

- in a se si tratta di aggettivo che al maschile esce in - o:

coraggios -a + mente, onest -a + mente, matematic -a + mente.

- in e se l'aggettivo ha soltanto questa desinenza sia per il maschile che per il femminile:

dolc-e + mente, brev -e + mente, veloc -e + mente.

  • quando l'aggettivo termina con la sillaba - le o re, preceduta da vocale, perde la e finale prima dell'aggiunta del suffisso:

abil (e) + mente, civil(e) + mente, celer(e) + mente.

 

Le locuzioni avverbiali sono sequenze fisse di più parole che svolgono la funzione di avverbi: in fretta , faccia a faccia, di buon grado, in un batter d'occhio, press ' a poco, senza dubbio, per sempre ecc.

Il direttore arriverà senza dubbio entro le due.

I ragazzi arrivarono di corsa.

Per arrivare al fiume, devi passare per di qua.

Questo è un elenco delle più diffuse locuzioni avverbiali di modo, di tempo, di luogo, di quantità

Locuzioni avverbiali di modo:

a piedi, a più non posso, alla carlona, al galoppo, a rotta di collo, a tentoni, alla bell’e meglio, all’impazzata, a precipizio, alla rinfusa, alla svelta, così così, di bene in meglio, di buon grado,di corsa di male in peggio, di sicuro, in fretta, in un batter d’occhio, né bene né male, per l’appunto, tanto meglio, tanto peggio…

locuzioni avverbiali di tempo:

all’improvviso, di buon ora, di solito, di colpo, di continuo, d’ora in poi, d’ora in avanti, di quando in quando, d’un tratto, fra poco, lì per lì, per sempre, per tempo, prima o poi …

locuzioni avverbiali di luogo:

a destra, a sinistra, da questa parte, da quella parte, di qua, di là, di sopra, di sotto, in su, là sopra, lì sotto, lì vicino, in giù, nei dintorni, nei paraggi, nei pressi, per di là, per di qua, qui sopra, qui vicino…

locuzioni avverbiali di quantità:

all’incirca, così così, di meno, di più, fin troppo, molto di meno, molto di più, né più né meno, poco meno, poco più, press’a poco...





Esercizi di italiano su la formazione dell'avverbio




Forum

In questa parte del sito puoi chiedere alla community e ai nostri insegnanti dubbi e perplessità trovati affrontando solo questa pagina. Se hai un dubbio diverso crea un nuovo 'topic' con il pulsante 'Fai una nuova domanda'.

Registrati per poter usare il forum di lagrammaticaitaliana.it. Prova, è gratis!

Lascia, per primo, un commento o domanda per la lezione di grammatica di inglese...





lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"


0 0 0