Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata (la pagina è ospitata su progettospartaco.it) e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

i sinonimi

Altri tipi di rapporti semantici tra le parole. Il lessico di una lingua è un insieme organico in cui le parole sono variamente collegate tra loro sul piano del significato in una fitta rete di rapporti. I gruppi e i sottogruppi di parole che formano un campo semantico sono la dimostrazione dell'esistenza di questa rete di rapporti, ma non sono l'unico tipo di rapporto semantico tra le parole. Tra di esse, infatti, esistono anche rapporti di significato più preciso e più puntuale. Questi rapporti di significato sono di vario tipo : rapporti di SINONIMIA: collegano parole che hanno quasi lo stesso significato; rapporti di ANTONIMIA: collegano parole che hanno significato opposto; rapporti di inclusione: collegano parole il cui significato è incluso in quello più ampio e pi generico di altre parole; rapporti di POLISEMIA: riguardano le parole che possono avere più significati; infine rapporti di OMONIMIA: collegano le parole che hanno la stessa forma, e la stessa pronuncia, ma significati diversi.

Spiegazione grammaticale

 

I sinonimi

 

Risultati immagini per condividere idee

 

 

 

La parola sinonimo deriva dal greco che significa “ che ha il nome in comune”. Il rapporto di significato più facile che le parole possono avere tra loro è quello di raggrupparle in base all'uguaglianza di significato. Cambiare e mutare, sicurezza e certezza, facile e semplice sono tre casi di sinonimia. I sinonimi sono parole diverse che hanno quasi lo stesso significato. Perché quasi mai? Perché quasi mai il significati di due sinonimi coincide; solo raramente i sinonimi hanno lo stesso significato. Nella maggior parte dei casi invece, i sinonimi differiscono fra di loro per sfumature, particolarità e aspetti diversi o sono sinonimi solo parzialmente.

 

Il problema è di una semplicità/ facilità incredibile!

Ha cambiato/ mutato condotta.

Non ne sono sicuro/ certo

I sinonimi presenti in queste frasi sono intercambiabili.

In diverse situazioni di discorsi gli stessi termini non sono altrettanto sostituibili tra loro e quindi, in questi contesti, non sono nemmeno più sinonimi:

Si veste con semplicità. / Si veste con facilità.

Può succedere che sostituendo un termine all'altro la frase diventa abbastanza bizzarra:

 

Per andare al ristorante devo cambiarmi. / Per andare al ristorante devo mutarmi.

Non mi sento sicuro in questo posto . / Non mi sento certo in questo posto.

 

Spesso i sinonimi sono più di due. Ad esempio: felice, allegro, contento, sereno, beato, giulivo, lieto, soddisfatto, positivo, prospero...

Per esempio, non sempre potremo usare indifferentemente uno o l'altro di questi termini. Sentirsi contenti è diverso dal sentirsi felici oppure sereni.

Se il senso di una parola deriva dall'insieme di relazioni che essa intrattiene con gli elementi lessicali che le stanno intorno. Pensiamo all'insieme di parole che convergono su felicità, vediamo che ognuna di esse significa quello che non significano le altre, ed è quindi caratterizzata da quello che non è rispetto agli altri elementi lessicali.

 

Esistono diversi tipi si sinonimi, e conoscerli serve per poter comunicare in modo più preciso e senza fraintendimenti, ma anche per non fare inutili ripetizioni degli stessi vocaboli.

 

I sinonimi possono avere gradi diversi di intensità:

 

buio e scuro hanno più o meno la stessa intensità, ma tetro ha un'intensità maggiore.

Tetro è lugubre, pauroso: un tetro carcere;

ecco delle gradazioni di intensità di tetro:


 

...malinconico, triste,cupo, lugubre, pauroso, minaccioso...

Ci sono poi sinonimi che appartengono a diversi registri, cioè hanno lo stesso significato, ma appartengono a registri diversi della lingua.

Così insegnante e docente sono sinonimi, perché indicano la stessa cosa, ma il primo appartiene al registro familiare della lingua ( Il nuovo insegnante è severo), mentre il secondo appartiene ad un livello più elevato ( Il collegio dei docenti è stato sospeso). Papà appartiene a un registro più familiare di padre, sbronzarsi è più informale di ubriacarsi, ciccione è più colloquiale di corpulento. Si può scegliere un sinonimo ad un livello diverso, per esempio per ragioni espressive Mi sono ammazzata tutto il giorno rende meglio l'idea Mi sono affaticata tutto il giorno. Per un registro più educato è meglio dire: Si affretti a salire sul treno invece che Si muova a salire sul treno.

A volte c'è la necessità di esprime qualcosa in modo meno diretto e meno crudo di quanto non faccia una parola di uso normale, perciò si ricorre all'eufemismo ( dal greco, “cosa detta bene”) che è una figura retorica che permette di attenuare l'asprezza di un'espressione usando una parola invece che un'altra.

Invece della parola morire si usano sinonimi come: mancare, venir meno, passare a miglior vita, spirare e simili. Così quando si ritiene, a torto o a ragione, che l'oggetto da definire sia “ brutto” o sconveniente si ricorre all'eufemismo, perciò detenuto invece che prigioniero, nomade invece che zingaro, non vedente invece che cieco; per nobilitare mestieri ritenuti umili come netturbino invece di spazzino. Un'altra forma di sinonimia la si trova negli arcaismi o parole antiquate, oggi in disuso. Donzella, giovinetta, ragazza sono sinonimi, ma donzella e giovinetta appartengono a una fase diversa della lingua e oggi sono usati al posto di ragazza ma con fini ironici : Dove sono andate le pulzelle ? “Oh che bella giovinetta!”

Infine ci sono i sinonimi che sono varianti regionali che sono entrati a pieno titolo a parole della lingua.

Per esempio sinonimi come anguria e cocomero, fidanzato / moroso; lavandino / lavello; straccio / cencio; stagnaro / lattoniere. In questa categoria rientrano anche i sinonimi che vedono parole parole straniere e parole italiano : week end per fine settimana, relax invece di riposo; chèque per assegno e simili.





Esercizi di italiano su i sinonimi




Forum

In questa parte del sito puoi chiedere alla community e ai nostri insegnanti dubbi e perplessità trovati affrontando solo questa pagina. Se hai un dubbio diverso crea un nuovo 'topic' con il pulsante 'Fai una nuova domanda'.

Registrati per poter usare il forum di lagrammaticaitaliana.it. Prova, è gratis!

Lascia, per primo, un commento o domanda per la lezione di grammatica di inglese...





lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"


0 0 0