Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata (la pagina è ospitata su progettospartaco.it) e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Verbi transitivi e verbi intransitivi

In base al modo in cui organizzano il rapporto tra soggetto e resto della frase quando si usano per esprimere un'azione o uno stato, i verbi si dividono in due categorie:transitivo o intransitivo.

I verbi transitivi esprimono un’azione compiuta dal soggetto, ma diretta su un oggetto, in un rapporto diretto ( senza uso di preposizione) e reversibile:

  • Giulio canta una canzone.
  • Una canzone è cantata da Giulio.

I verbi intransitivi esprimono un’azione compiuta dal soggetto, ma che si esaurisce in se medesima. l’intransitivo per collegarsi ad altri elementi ha bisogno di preposizioni:

  • Giulio ride di tutto.

È possibile un uso intransitivo anche per i  verbi transitivi e un uso transitivo per verbi intransitivi.


Spiegazione grammaticale

Verbi transitivi e verbi intransitivi


Azioni che passano e che non passano.

Risultati immagini per passare  di là

Il genere dei verbi.

Ogni azione presuppone necessariamente un soggetto che la compia; è difficile immaginare, per esempio l'azione di correre, senza immaginare contemporaneamente qualcuno o qualcosa che corra. La lepre corre, una moto correva ecc, soltanto così, cioè indicando chi fa l’azione, si completa il senso del verbo.

In base al modo in cui organizzano il rapporto tra il soggetto e il resto della frase quando sono usati per esprimere un’azione o uno stato, i verbi si dividono in due categorie: verbi transitivi e verbi intransitivi.

Sono transitivi i verbi che esprimono un’azione che dal soggetto passa direttamente, cioè si esercita, su una persona, un animale, una cosa che la riceve e per questo si chiama oggetto del verbo:

Giulio scrive una poesia.

Giulio →soggetto- compie l’azione,

scrive → verbo transitivo - esprime l’azione,

una poesia →oggetto - l’azione passa su di esso.

In una frase come Giulio scrive una poesia, l’oggetto su cui va a cadere l’azione dello scrivere è indicato: una poesia.

Ma l’oggetto può anche non essere espresso:

Giulio scrive.

In questo caso, il verbo è usato in senso assoluto o in senso intransitivo. Anche se non ha l’oggetto espresso, continua ad essere transitivo a tutti gli effetti, perché l’azione espressa dal verbo come scrivere oppure leggere, saltare, mangiare, correre ecc. ha bisogno di qualcosa che sia l’oggetto dell’azione.

Sono intransitivi i verbi che esprimono uno stato o una azione che non passa direttamente su un oggetto, ed esprime un’azione o uno stato che si riferisce solo al soggetto.

Giulio parte.

Giulio → soggetto / compie l’azione

parte →verbo intransitivo / esprime un’azione che si esaurisce nel soggetto stesso.

Il verbo intransitivo non ammette il complemento oggetto ed esprime un’azione o stato che si riferisce solo al soggetto:

Giulio partirà domani.

Anche un verbo intransitivo può reggere un complemento diretto, chiamato complemento dell’oggetto interno. Questo avviene quando il complemento richiama nella radice e /o nel significato il verbo stesso:

Ho dormito un sonno profondo.

Vive  una vita da cani.

Funzione transitiva e funzione intransitiva.

Determinare i verbi esclusivamente transitivi o esclusivamente intransitivi non è facile, siccome si tratta di una funzione e, come tale varia a seconda del contesto in cui il verbo è usato.

Così in un certo contesto cioè in un certo predicato verbale, il verbo può essere usato in funzione transitiva (con complemento oggetto espresso) e in un altro contesto può essere usato in funzione intransitiva.

I verbi che indicano movimento sono intransitivi:

andare, venire, partire, tornare, camminare, passeggiare, correre,

  • sono intransitivi i verbi che indicano produzione di suoni:

abbaiare, miagolare, cinguettare, nitrire,ululare, gemere, sfigolare,

  • sono intransitivi stato o modo di essere:

arrossire, impallidire, dormire, riposare,

  • sono verbi intransitivi azioni che riguardano solo il soggetto e non può passare ad altri:

nascere, crescere, morire, partire,uscire, entrare, sternutire, sbadigliare, invecchiare.

Arriverà domani da Parma.

Il gatto miagola.

Carlo è nato nel 1970.


Verbi con uso transitivo e intransitivo.

Alcuni verbi possono essere usati sia transitivamente che intransitivamente, a seconda del significato e del contesto in cui si trovano:

fuggire

Gianni fugge le tentazioni

Il ladro è fuggito dal carcere.

calare

Mario calò una corda.

I barbari calarono dal Nord.

passare

Per favore, passa il libro a Maria

Il tempo passa velocemente.

 





Esercizi di italiano su verbi transitivi e verbi intransitivi




Forum

In questa parte del sito puoi chiedere alla community e ai nostri insegnanti dubbi e perplessità trovati affrontando solo questa pagina. Se hai un dubbio diverso crea un nuovo 'topic' con il pulsante 'Fai una nuova domanda'.

Registrati per poter usare il forum di lagrammaticaitaliana.it. Prova, è gratis!

Lascia, per primo, un commento o domanda per la lezione di grammatica di inglese...





lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"


0 0 0