Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata (la pagina è ospitata su progettospartaco.it) e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

verbo i tempi del verbo - Grammatica italiana

Se è importante conoscere quale persona compie un'azione, altrettanto importante è conoscere il tempo in cui l'azione è accaduta; o meglio se accade nel presente, mentre si parla; o se è accaduta nel passato, o se accadrà nel futuro. Le varie forme che assume il verbo per indicare il momento in cui accade l'azione si chiamano TEMPI. I tempi principali del verbo sono tre: il presente, il passato, e il futuro. Il presente si esprime in una sola maniera ( leggo ) ,ci sono invece cinque tipi di passato ( leggevo, lessi, ho letto, ebbi letto, avevo letto) e due tipi di futuro; in totale abbiamo ben otto tempi a disposizione per descrivere il momento dell'azione.

Spiegazione grammaticale

Il tempo

 

 

Come si può indicare il tempo in italiano? Esistono parole ed espressioni il cui significato implica il concetto di tempo:ieri, oggi, domani,subito, prima, dopo, nel momento in cui... ; il riferimento al tempo è però già presente nelle voci dei verbi. Esse hanno una caratteristica molto importante. Oltre al significato fondamentale espresso dalla radice (che indica di quale azione o condizione si tratta), hannosempre la capacità di segnalare i vari tempi in cui il fatto si verifica. Le varie terminazioni del verbo, consentono perciò, di specificare non solo la persona ma anche il tempo del verbo, cioè quello in cuisi svolge l'azione. Il tempo mostra tre possibilità: presente, passato, futuro.

 

  • Il presente indica un'azione che si svolge nello stesso momento in cui si parla o si scrive;
  • il passato indica un'azione che si è già conclusa;
  • il futuro indica un'azione che si deve ancora compiere.

 

Mentre il presente si esprime in una forma unica (canto), in italiano ci sono ben cinque tipi di passato ( cantavo,cantai, ho cantato, ebbi cantato, avevo cantato) e due tipi di futuro (canterò, avrò cantato).Riflettiamo sulla necessità di usare diversi tempi verbali. Dobbiamo pensare che il tempo di ogni voce verbale esprime un rapporto temporale. Ora, perché esista un rapporto è necessario che ci sianoalmeno due elementi, stretti in relazione, in rapporto fra loro. Nel caso delle voci verbali il rapporto è fra:

 

 

A) il momento in cui chi parla o chi scrive emette il messaggio, questo momento, però, non è espresso: rimane sottinteso. Lo considereremo comunque attuale, cioè che coincide con quello

dell'emissione del messaggio

 

B) il momento in cui si verifica (o si verificherà) l'azione che rappresenta il contenuto del messaggio.

 

La semplice frase :" mangio la pasta" può così essere presentata come parte di un'espressione più ampia, in cui l'inizio rimane sottinteso.“ (in questo momento sto dicendo o scrivendo che) mangio la pasta. “

 

Ora esaminiamo  i diversi rapporti temporali tra il momento attuale sottinteso e l'azione o situazione espressa dal verbo. La freccia rappresenta " la linea del tempo".

 

  • 1) Il tempo del fatto è contemporaneo al tempo della formulazione del messaggio:

 

- se l'azione o la situazione espressa dal verbo, si svolge allo stesso tempo ( è contemporanea) rispetto al momento attuale ( sottinteso) in cui si parla, si usa il presente.

 

 

      “Ora parcheggio”

 

passato----------------------------------  presente--------------------------   futuro-----------------------?

                                                    adesso sto dicendo che

                                                ( momento attuale sottinteso)

 

 

 

  • 2) Il tempo del fatto è anteriore al tempo della formulazione della frase:

 

- se il fatto indicato dal verbo si svolge prima (è anteriore) rispetto al momento in cui si parla, si usa il passato.

 

 

“ Ieri ero allo stadio”

 

passato-------------------------------------presente-------------------------------------- futuro--------------?

                                                       adesso sto dicendo che

 

 

 

Andammo immediatamente a denunciare il fatto alla polizia

 

passato ------------------------------------presente-------------------------------------futuro---------------------?

                                                     adesso sto dicendo che

 

 

  • 3) il tempo del fatto è posteriore al tempo dell'emissione della frase:

 

 

- se il fatto indicato dal verbo si svolge dopo (è posteriore) rispetto al momento in cui si parla, si usa il futuro.

 

 

Sarà un ottimo raccolto”

 

 

passato------------------------------------ presente----------------------------------- futuro-----------------------?  

                                                   adesso sto dicendo che

 

                                               

I tempi dell'indicativo delle frasi precedenti sono i  tempi semplici.

  • Si definiscono tempi semplici i tempi le cui voci sono formate da una radice + desinenza.

 

radice           desinenza         tempo

 

arriv                  o                    presente

arriv-                avo                imperfetto

arriv-                ai                   passato remoto

arriv-               erò                 futuro

 

 

 





Esercizi di italiano su verbo: i tempi del verbo




Forum

In questa parte del sito puoi chiedere alla community e ai nostri insegnanti dubbi e perplessità trovati affrontando solo questa pagina. Se hai un dubbio diverso crea un nuovo 'topic' con il pulsante 'Fai una nuova domanda'.

Registrati per poter usare il forum di lagrammaticaitaliana.it. Prova, è gratis!

Lascia, per primo, un commento o domanda per la lezione di grammatica di inglese...





lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"


0 0 0