Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata (la pagina è ospitata su progettospartaco.it) e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

nomi difettivi - Grammatica italiana

Lezione e spiegazione su nomi difettivi che spiegano i vari argomenti della grammatica italiana in modo semplice, accompagnate da esempi e immagini. Inoltre tanti esercizi per ogni lezione per capire immediatamente quanto compreso.

Spiegazione grammaticale

Nomi difettivi.      Nomi sovrabbondanti.          Nomi composti

 

NOMI DIFETTIVI

 

 Si dicono difettivi i nomi che ammettono un solo numero, che hanno cioè solo il singolare o solo il plurale.


 

a)   i nomi indicanti sentimenti e sensazioni: la pazienza, la bontà


 

b)   i nomi indicanti elementi chimici e metalli: l’oro, il ferro…


 

c)   alcuni nomi di alimenti: il miele, il latte, il riso, il caffè…


 

d)  alcuni nomi collettivi: il fogliame, la roba, la gente…


 

e)  la maggior parte dei nomi di malattia: la malaria, l’influenza, il tifo…


 

f)  i nomi dei mesi e delle festività: gennaio, marzo, il Natale, la Pasqua…


 

g)  i nomi indicanti cose uniche in natura: l’equatore, l’Est…


 

h)  i nomi indicanti alcune sensazioni fisiche: la fame, la sete, la stanchezza…


 


 

Hanno solo il plurale:


 


 

a)  i nomi di oggetti formati da due parti uguali tra loro: i pantaloni, le forbici, le tenaglie, le manette, le mutande, le redini.


 


 

b)  nomi che indicano una pluralità di cose: viveri, vettovaglie, dintorni.


 

c)  i nomi che già in latino non avevano singolare: le nozze, le ferie, le calende, le esequie, gli annuali, i posteri.

 

 

 

Nomi sovrabbondanti

 

NOMI SOVRABBONDANTI

 

 

Si dicono sovrabbondanti i nomi che hanno due plurali.

Questi nomi al singolare sono maschili e terminano in -o;

al plurale oltre alla normale forma in -i, ne hanno un'altra terminante in -a, di genere femminile, che nella maggior parte dei casi ha significato diverso.

 

 

  • due  forme di plurale

 


 
il braccio i bracci le braccia
il cervello i cervelli le cervella
il ciglio i cigli le ciglia
il corno i corni le corna
il dito i diti le dita
il ginocchio i ginocchi le ginocchia
il grido i gridi le grida
il labbro i labbri le labbra
il lenzuolo i lenzuoli le lenzuola
il muro i muri le mura
l'osso gli ossi le ossa
l'urlo gli urli le urla

 

 

 

due  forme di  singolare




 



 

il destriero

 

il destriere

 

il forestiero

 

il forestiere

 

il neofito

 

il neofita

 

lo scudiero

 

lo scudiere

 

lo sparviero

 

lo sparviere

 

 

 

 

  • due  forme di singolare e  due forme di plurale

 


 




 
l'orecchio / l'orecchia gli orecchi / le orecchie  
il palmo / la palma i palmi / le palme  

 


 

 

 

 

 

Nomi composti

 

 

Si definiscono nomi composti  quelli formati dall'unione di due o più parole. Essi formano il plurale seguendo delle regole diverse a seconda del tipo di parola con cui sono formati.

Qui di seguito i casi più comuni.

 

1) Nome +  aggettivo: ambedue i componenti vanno al plurale:

il pellerossa - i pellirosse ;   la terracotta  - le terrecotte

 

2) aggettivo + nome: solo il nome va al plurale

il bassorilievo - i bassorilievi;  il francobollo - i francobolli.

 

3)  aggettivo + aggettivo

I nomi composti formati da due aggettivi formano il plurale come se fossero un nome semplice.

il pianofortepianoforti.

La stessa regola vale anche quando i due aggettivi formano un altro aggettivo anziché un sostantivo. Un esempio anche qui: il plurale di grigioverde è grigioverdi.

 

4) Nomie + nome: se i due numeri sono dello stesso genere va al plurale il secondo:

             la madreperla - le madreperle;           l'arcobaleno  - gli arcobaleni,

 

            invece se i due nomi sono di  genere diverso va al plurale il primo:

            il pescespada - i pescispda;  il capofamiglia - i capifamiglia.

 

            Esistono però le seguenti eccezioni:

            banconota →banconote;      boccaporto → boccaporti;      ferrovia → ferrovie.

 

5)  verbo + nome:   a volte rimangono invariati:

il salvagente - i salvagente;  il cacciavite - i cacciavite

a volte il nome va al plurale:

il parafango - i parafanghi; il passaporto - i passaporti.

 

6)  verbo + verbo,  verbo + avverbio : rimangono invariati

il saliscendi - i saliscendi; 

 

7)  preposizione  ( o avverbio) + nome :

questi nomi vanno considerati come nomi prefissati ( vedi lez ....)

Essi,nella fromazione del plurale, non seguono sempre la medesima regola: infatti mentre alcuni rimangono invariati, in altri va al  plurale solo il secondo elemento:

il doposcuola - i doposcuola;  la soprattassa - le soprattasse.

 

Va ricordato, che queste regole hanno un valore orientativo , in quanto ciascuna di esse ammette delle eccezioni.

 





Esercizi di italiano su nomi difettivi




Forum

In questa parte del sito puoi chiedere alla community e ai nostri insegnanti dubbi e perplessità trovati affrontando solo questa pagina. Se hai un dubbio diverso crea un nuovo 'topic' con il pulsante 'Fai una nuova domanda'.

Registrati per poter usare il forum di lagrammaticaitaliana.it. Prova, è gratis!

Lascia, per primo, un commento o domanda per la lezione di grammatica di inglese...





lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"


0 0 0