Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata (la pagina è ospitata su progettospartaco.it) e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Grado superlativo.

Il grado superlativo di un aggettivo indica che una determinata qualità è posseduta da qualcuno o qualcosa al massimo o al minimo grado. Il grado superlativo può essere: relativo o assoluto.


 


Spiegazione grammaticale

Grado superlativo

 

L'aggettivo è di grado superlativo quando indica che una determinata qualità è posseduta da qualcuno o da qualcosa al massimo grado. Il grado superlativo può essere relativo o assoluto.

 

1) Grado superlativo relativo: esprime il grado massimo o minimo di una qualità posseduta da qualcuno o qualcosa relativamente a un gruppo di persone e cose. Mentre il comparativo esprime un paragone solamente con un altro termine, il superlativo relativo si confronta con tutti i possibili termini omogenei. Si forma mettendo davanti all’aggettivo il più, il meno:


Francesca è la più alta delle sorelle.

Questo film è il meno entusiasmante di tutti quelli che ho visto.

Francesca è la più alta di tutti noi.

 

Daniela è la meno alta di tutti noi.

Prendiamo ad esempio le seguenti frasi:

Maria è la collega più gentile.

Maria è la più gentile di tutte.

Maria è la più gentile di tutte le colleghe.

Maria è la più gentile delle colleghe.

Maria è la più gentile tra ( fra) le colleghe.

Negli esempi si vede  che il termine di riferimento, pur espresso in modo diverso, comprende tutti i membri della serie “ altre”( più gentile di tutte, che sottintende di tutte le altre) o della serie “ colleghe”. Inoltre il termine di riferimento, se espresso, è introdotto dalla proposizione di (semplice o articolata) o, meno spesso, da tra o fra.

L'articolo determinativo davanti al nome o all'aggettivo differenzia il superlativo relativo dal comparativo di maggioranza o di minoranza:

 

Questo divano è più bello di quello.
(comparativo di maggioranza)

 

Questo è il più bel divano che abbia mai visto.
(superlativo relativo)

 

2) Grado superlativo assoluto: quando l'aggettivo indica che una qualità è posseduta al massimo grado o in misura elevatissima indipendentemente da ogni confronto e da ogni termine di riferimento. Si forma per lo più con il suffisso – issimo(-a,-i,-e) aggiunto all'aggettivo di grado positivo privandolo della desinenza:

 

Francesca è altissima.

Una lezione noiosissima.

Delle strade lunghissime.

Alberi altissimi.

Un amico carissimo.

Il superlativo in -issimo può qualche volta essere usato con nomi,  comuni e propri:

Il campionissimo.

La finalissima

A questo uso ricorre anche la pubblicità con espressioni come: scontatissimi, occasionissima.

  • Il superlativo assoluto si ottiene anche:

- premettendo all'aggettivo di grado positivo un avverbio di quantità ( molto, assai) o un avverbio qualificativo (notevolmente, particolarmente ecc.)

 

Sono molto stanco.

 

Gli amici ti hanno trovato assai simpatico.

  

Era particolarmente adatta a quella parte.

  • - intensificando l'aggettivo mediante tutto oppure ripetendo due volte l'aggettivo di grado positivo:

  Era tutto concentrato nel suo lavoro.

 

Se ne stava zitto zitto.

 

Nella cesta c'è un gatto piccolo piccolo.

  • - utilizzando coppie di aggettivi in ordine fisso come:

stanco morto; nuovo fiammante; bagnato fradicio; pieno zeppo; vecchio decrepito,

  • - premettendo all'aggettivo di grado positivo dei prefissi quali arci-, sta-, sopra-, sovra-, extra-, ultra-, super-, iper- :

  del formaggio grana stravecchio;

Sono arcistufo delle tue lamentele.
 

Un treno sovraffollato.

 

 

 

 





Esercizi di italiano su grado superlativo




Forum

In questa parte del sito puoi chiedere alla community e ai nostri insegnanti dubbi e perplessità trovati affrontando solo questa pagina. Se hai un dubbio diverso crea un nuovo 'topic' con il pulsante 'Fai una nuova domanda'.

Registrati per poter usare il forum di lagrammaticaitaliana.it. Prova, è gratis!

Lascia, per primo, un commento o domanda per la lezione di grammatica di inglese...





lagrammaticaitaliana.it fa parte di progettospartaco.it Questo progetto vorrebbe ambiziosamente librarare la cultura e trasformare i vecchi contenuti stampati in nuovo materiale fruibile in modo "2.0". Progettospartaco.it raccoglie metaforicamente sotto il suo ombrello tutti quei siti che sposano il suo pensiero: "cultura libera per tutti"


0 0 0