🎉 Hooray! Sono disponibili lezioni di italiano a solo 10 €/h! Scopri di più»

 0 Points 


la sillaba - Grammatica italiana

La sillaba è un fonema o un gruppo di fonemi che viene pronunciata con una sola emissione di aria; cioè è la più piccola combinazione fonetica autonoma. La sillaba può essere formata da una vocale o da un dittongo posti all’inizio di una parola. Le sillabe che terminano con una vocale si dicono aperte o libere: ta-vo-li-no. Invece le sillabe che terminano con consonante si chiamano chiuse o implicate,

per esempio le prime due sillabe di in-vin-ci-bi-le.

Le parole con un’unica sillaba si chiamano monosillabi: sci, là, tu, re.

Quelle formate da più sillabe sono dette polisillabi, tra i polisillabi esistono i bisillabi (due sillabe), i trisillabi (tre sillabe), i quadrisillabi (quattro sillabe).

 



Mostra indice
Indice

La sillaba

Quando pronunciamo la parola telèfono noi emettiamo quattro suoni diversi, e precisamente:

te–le-fo–no

Ognuno di questi suoi è una sillaba

La sillaba è un nome pronunciato con una sola emissione di voce. Rispetto al numero delle sillabe, i vocaboli possono essere:

  • monosillabi

una sillaba

di, per, con, che, già fra

  • bisillabi

due sillabe

ca–sa, por–to, quant–to, pre–sto

  • trisillabi

tre sillabe 

ca–te–na, stra–nie–ro, con–tra–da

  • quadrisillabi

quattro sillabe:

sa–lu–ta-re, con–ta–bi–le, con–traf–fat-to

  • polisillabi

cinque o più sillabe: 

in-di-vi–si–bi–le

 

Divisione della parola in sillabe

  Incontri di vocali

1) dittonghi e trittonghi: costituiscono una sola sillaba, perciò sono indivisibili:

fio – re,     scuo – la,    giuo – co.

2) iati: costituiscono due sillabe, perciò sono divisibili:

po – è – ta, pa – ù – ra, bù- e, vì -a.

 

  Incontri di consonanti

1) consonanti doppie: la prima appartiene alla sillaba che precede, la seconda a quella che segue.

can – na,   tor – re,     taz – za,    sec – co

 

2) S impura: appartiene sempre alla sillaba che segue:

pa – sto, re – sta, mi – schia, a – stro, ri – splen – de

 

3) digrammi gl – gn – sc : sono sempre indivisibili:

fa -sce, ma – glia, pu – gno

 

4) altri gruppi di consonanti: restano uniti se possono stare anche all'inizio di una parola:

ve – tro ( trofeo), a – pro ( prova ), Te – cla (classe)

Si dividono se non possono stare all'inizio di una parola:

ar – te, col – po, sel – va, pon – te

5) Prefissi: costituiscono sillaba a sé. Si possono tuttavia seguire anche per i prefissi le regole generali.

as-por-ta-re oppure a-sport-ta-re

in-u-ti-le oppure i-nu-ti-le

Prossima lezione


Esercizi su La sillaba






Forum
Altre materie
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.